Lite e sparo nel parcheggio: scovato autore. L'arma era a salve

I carabinieri hanno identificato un 36enne di Martano. Sarebbe l'autore delle minacce ai danni di un dipendente dell'Hong Kong Market di Castrignano de' Greci, usando una pistola finta. Trovate in casa una trentina di cartucce

MARTANO – E’ stato identificato e denunciato l’uomo ritenuto autore ieri pomeriggio dello sparo – usando un’arma a salve – esploso nel parcheggio del centro commerciale Hong Kong Market di Castrignano de’ Greci, a scopo intimidatorio, dopo una lite per futili motivi. D.S., 36enne di Martano, risponde di minaccia aggravata ai danni di un 49enne, dipendente dell’attività commerciale.

I carabinieri della stazione martanese e del Nucleo operativo radiomobile di Maglie l’hanno raggiunto questa mattina, dopo aver raccolto una serie di indizi a suo carico. E la perquisizione in casa ha portato a scoprire l’arma presumibilmente usata ieri, una pistola a salve calibro 8, con tappo rosso, più una trentina di cartucce. Dunque, la pistola aveva prodotto solo rumore, come si era capito fin dai primi momenti, e il ritrovamento è stata una sostanziale conferma.

Tutto è nato da una lite. D.S. avrebbe raggiunto l’Hong Kong Market, sulla strada provinciale 35, alla periferia del paese, a bordo di un’auto station wagon, entrando e uscendone, poco dopo, con il dipendente 49enne, castrignanese, probabilmente per una sorta di “chiarimento”, salvo sfilare all'improvviso la pistola ed esplodere un colpo, puntando la canna, perl, all'indietro, verso terra (forse proprio per non far capire subito che si trattava di un giocattolo). Poi, la fuga in auto e la chiamata ai carabinieri dei presenti. Da qui, le indagini che, in breve, hanno permesso di scovare il 36enne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cocaina e sostanza da taglio disseminate in casa, insospettabile nei guai

  • Fuoristrada sospetto: nel doppiofondo della barca mezza tonnellata di droga dall’Albania

  • Rapina un uomo per una collana, ma a 100 metri ci sono i carabinieri: presa

  • Villa confiscata fin dal 2015, ma lui era sempre lì: sgombero forzato

  • Costrette a prostituirsi anche con il maltempo, in manette lo sfruttatore

  • Preoccupazione per il vento delle prossime ore: allerta “gialla” sul Salento

Torna su
LeccePrima è in caricamento