rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca

Il presidente della Repubblica consegna l'onoreficenza più alta a una studentessa di Martano

Marta Sessa, ex studentessa dell'IISS "Trinchese di Martano, insignita dell'onorificenza di "alfiere del lavoro" dal Presidente della Repubblica

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Ogni anno al Quirinale, in occasione della consegna delle onorificenze ai Cavalieri del Lavoro dell'Ordine al merito del lavoro nominati il 2 giugno per la Festa della Repubblica, vengono scelti anche i 25 migliori studenti d'Italia, tra quelli diplomati nelle scuole superiori. La selezione tiene conto del voto dell'esame di stato e dei risultati scolastici ottenuti nel corso dei primi 4 anni di studio. I giovani vengono premiati dal Presidente della Repubblica e insigniti del titolo di "Alfieri del Lavoro", creando un legame ideale tra gli studenti ed i Cavalieri del Lavoro, quale riconoscimento dell'impegno e della motivazione dimostrati nello studio. Il numero dei premiati è legato a quello dei Cavalieri del Lavoro per sottolineare la continuità dell'impegno nello studio e nella vita. I 25 studenti sono scelti fra i migliori indicati dai presidi delle scuole di tutta Italia - non più di uno per ogni scuola e non più di uno per Provincia - partendo da precisi requisiti.

Con l'Attestato d'Onore viene consegnata anche la Medaglia del Presidente della Repubblica.

Ai candidati viene anche offerta l'opportunità di partecipare (esclusi i residenti a Roma e provincia) alle prove di ammissione al Collegio Universitario "Lamaro-Pozzani". Inoltre, è previsto che questi studenti possano essere segnalati dalla Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro ad altre istituzioni universitarie di eccellenza, in modo da favorire il loro miglior inserimento negli studi universitari.

"La bella realtà del nostro Istituto al centro della Grecìa Salentina, a volte non riconosciuta a livello locale, è ripagata in questa circostanza per il lavoro intenso, serio, silenzioso, altamente qualificato. Festeggeremo tutti insieme il successo di Marta.

Con queste parole la Dirigente Scolastica Prof.ssa Alieta Sciolti, insieme ad insegnanti, collaboratori e personale ATA del Trinchese di Martano, esprime grande soddisfazione e accoglie con orgoglio la notizia del riconoscimento venuto dall'alto.

MARTA SESSA si definisce una ragazza come tante, diplomata presso l'Istituto "Salvatore Trinchese" di Martano. " Ho frequentato nell'indirizzo Servizi Sociali del Professionale, lo scorso luglio ho sostenuto l'Esame di Stato ottenendo il massimo dei voti. Ho affrontato 5 anni di studio duro, in effetti per raggiungere alte competenze è indispensabile costanza e tanto impegno! Il rapporto con i docenti è stato meraviglioso. Sono preparati e disponibili. Con essi ho instaurato un ottimo rapporto e sono stati le colonne portanti del mio percorso scolastico e formativo. La scuola ha sempre organizzato attività pomeridiane di spessore e molto interessanti: personalmente ho partecipato ai corsi di informatica per ottenere la certificazione di Ecdl, e le certificazioni per le lingua straniera inglese del livello Ket e Pet rilasciati dall'Università di Cambridge, sostenendo i relativi esami. Numerose sono state le ore con un'insegnante madrelingua inglese che mi hanno permesso di arricchire il mio bagaglio linguistico e culturale. Un sogno realizzato è stato quello di andare a Londra, insieme ad alcuni compagni e ai docenti di inglese. E' stato un viaggio di merito in cui abbiamo studiato e, allo stesso tempo, abbiamo scoperto una città meravigliosa, ricca di monumenti e di tantissima storia.

Un'ultima notizia recente che mi ha lasciata sbalordita è stata la telefonata da parte della segretaria del Quirinale: "Complimenti, è rientrata nei 25 studenti migliori d'Italia e il Capo dello Stato ha l'onore di ospitarla per 3 giorni a Roma e di premiarla nella cerimonia finale al Quirinale al termine della quale il Presidente della Repubblica Napolitano le consegnerà personalmente una medaglia e un attestato d'onore".

Una successiva lettera mi ha confermato la nomina di "Alfiere del Lavoro 2013", organizzato dalla Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro. Sono contentissima, non mi sarei mai aspettata un onore del genere. Il mio nominativo è stato selezionato tra i candidati segnalati dai Dirigenti Scolastici di tutta Italia in base ai risultati della mia carriera scolastica.

Sono sempre più convinta che sacrifici e impegno alla fine vengono premiati e compensano da privazioni e dispiaceri; nulla è vano.

Spero che questa onorificenza sia solo l'inizio di una carriera universitaria piena di sfide e di soddisfazioni e che serva a dimostrare a coloro che sono più svantaggiati e che devono lottare per ottenere anche piccole cose, che lo studio e l'impegno alla fine ripagano. Non bisogna mai vivere a ribasso, ed avere un approccio superficiale alla vita. Bisogna invece cercare di fare del nostro meglio, puntando sempre più in alto prefiggendosi mete ambiziose."

Ogni anno al Quirinale, in occasione della consegna delle onorificenze ai Cavalieri del Lavoro dell'Ordine al merito del lavoro nominati il 2 giugno per la Festa della Repubblica, vengono scelti anche i 25 migliori studenti d'Italia, tra quelli diplomati nelle scuole superiori. La selezione tiene conto del voto dell'esame di stato e dei risultati scolastici ottenuti nel corso dei primi 4 anni di studio. I giovani vengono premiati dal Presidente della Repubblica e insigniti del titolo di "Alfieri del Lavoro", creando un legame ideale tra gli studenti ed i Cavalieri del Lavoro, quale riconoscimento dell'impegno e della motivazione dimostrati nello studio. Il numero dei premiati è legato a quello dei Cavalieri del Lavoro per sottolineare la continuità dell'impegno nello studio e nella vita. I 25 studenti sono scelti fra i migliori indicati dai presidi delle scuole di tutta Italia - non più di uno per ogni scuola e non più di uno per Provincia - partendo da precisi requisiti.

Con l'Attestato d'Onore viene consegnata anche la Medaglia del Presidente della Repubblica.

Ai candidati viene anche offerta l'opportunità di partecipare (esclusi i residenti a Roma e provincia) alle prove di ammissione al Collegio Universitario "Lamaro-Pozzani". Inoltre, è previsto che questi studenti possano essere segnalati dalla Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro ad altre istituzioni universitarie di eccellenza, in modo da favorire il loro miglior inserimento negli studi universitari.

"La bella realtà del nostro Istituto al centro della Grecìa Salentina, a volte non riconosciuta a livello locale, è ripagata in questa circostanza per il lavoro intenso, serio, silenzioso, altamente qualificato. Festeggeremo tutti insieme il successo di Marta.

Con queste parole la Dirigente Scolastica Prof.ssa Alieta Sciolti, insieme ad insegnanti, collaboratori e personale ATA del Trinchese di Martano, esprime grande soddisfazione e accoglie con orgoglio la notizia del riconoscimento venuto dall'alto.

MARTA SESSA si definisce una ragazza come tante, diplomata presso l'Istituto "Salvatore Trinchese" di Martano. " Ho frequentato nell'indirizzo Servizi Sociali del Professionale, lo scorso luglio ho sostenuto l'Esame di Stato ottenendo il massimo dei voti. Ho affrontato 5 anni di studio duro, in effetti per raggiungere alte competenze è indispensabile costanza e tanto impegno! Il rapporto con i docenti è stato meraviglioso. Sono preparati e disponibili. Con essi ho instaurato un ottimo rapporto e sono stati le colonne portanti del mio percorso scolastico e formativo. La scuola ha sempre organizzato attività pomeridiane di spessore e molto interessanti: personalmente ho partecipato ai corsi di informatica per ottenere la certificazione di Ecdl, e le certificazioni per le lingua straniera inglese del livello Ket e Pet rilasciati dall'Università di Cambridge, sostenendo i relativi esami. Numerose sono state le ore con un'insegnante madrelingua inglese che mi hanno permesso di arricchire il mio bagaglio linguistico e culturale. Un sogno realizzato è stato quello di andare a Londra, insieme ad alcuni compagni e ai docenti di inglese. E' stato un viaggio di merito in cui abbiamo studiato e, allo stesso tempo, abbiamo scoperto una città meravigliosa, ricca di monumenti e di tantissima storia.

Un'ultima notizia recente che mi ha lasciata sbalordita è stata la telefonata da parte della segretaria del Quirinale: "Complimenti, è rientrata nei 25 studenti migliori d'Italia e il Capo dello Stato ha l'onore di ospitarla per 3 giorni a Roma e di premiarla nella cerimonia finale al Quirinale al termine della quale il Presidente della Repubblica Napolitano le consegnerà personalmente una medaglia e un attestato d'onore".

Una successiva lettera mi ha confermato la nomina di "Alfiere del Lavoro 2013", organizzato dalla Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro. Sono contentissima, non mi sarei mai aspettata un onore del genere. Il mio nominativo è stato selezionato tra i candidati segnalati dai Dirigenti Scolastici di tutta Italia in base ai risultati della mia carriera scolastica.

Sono sempre più convinta che sacrifici e impegno alla fine vengono premiati e compensano da privazioni e dispiaceri; nulla è vano.

Spero che questa onorificenza sia solo l'inizio di una carriera universitaria piena di sfide e di soddisfazioni e che serva a dimostrare a coloro che sono più svantaggiati e che devono lottare per ottenere anche piccole cose, che lo studio e l'impegno alla fine ripagano. Non bisogna mai vivere a ribasso, ed avere un approccio superficiale alla vita. Bisogna invece cercare di fare del nostro meglio, puntando sempre più in alto prefiggendosi mete ambiziose."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il presidente della Repubblica consegna l'onoreficenza più alta a una studentessa di Martano

LeccePrima è in caricamento