Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Martedì "lu riu", la Poli: "Rivalorizziamo la costa"

Cartellone denso di iniziative per la Pasquetta dei leccesi. Una giornata all'insegna del viver bene. I ragazzi dell'associazione onlus "Pro Italia" faranno da guida nel bosco di Rauccio

I ragazzi della onlus Pro Italia

La nona edizione de "lu riu", la Pasquetta dei leccesi, rigorosamente fissata ventiquattr'ore dopo il lunedì dell'Angelo, si terrà ancora al Parco del Rauccio, nei pressi di Torre Chianca. L'amministrazione cittadina, che ha rispolverato l'usanza, propone un ricco cartellone per valorizzare il parco, le bellezze salentine con annessa gastronomia. Una scampagnata possibile grazie ai fondi comunitari Por, della misura 4.15 del progetto integrato settoriale numero 11, "Itinerario culturale barocco pugliese", di cui Lecce è il Comune capofila, in un partenariato con le amministrazioni di Galatina, Galatone, Nardò, Lequile, San Cesario, San Donato e San Pietro in Lama.

Il tema della nona edizione verte sulle suggestioni della mitologia e delle credenze popolari. I ragazzi dell'associazione onlus "Pro Italia" saranno guida nel bosco del Rauccio, che accoglie l'ultimo lembo della lecceta leccese, fra masserie e spazi incontaminati visitabili anche in bicicletta. I ragazzi spiegheranno come valorizzare le oasi protette e guideranno i volenterosi alla pulizia del parco. L'acquaterrario sarà visitabile nel percorso "Tra terra e mare", gli amanti del trekking potranno misurarsi in un facile percorso che si snoda dalla masseria Rauccio ai sentieri attorno al fiume Idume.

Sport e una caccia al tesoro per piccoli e adulti nella Pasquetta dei leccesi, una scuola per far volare gli aquiloni, due laboratori per la creazione di opere con materiale da riciclo, il corso "Pizzichi nel parco" per imparare a suonare il tamburello, una carrozza e un pony per la passeggiata nel parco: lo svago è assicurato.

E ci saranno anche le pattuglie a cavallo della polizia municipale, della Scuola di Cavalleria e del Corpo forestale, nonché l'Ufficio territoriale di Biodiversità di Martina Franca che presenterà splendidi esemplari di cavallo murgese.

In cartellone due concerti di musica popolare, sul palco il gruppo "I scianari" e quello degli "Arakne mediterranea", che si avvale di musicisti in costume, il rifacimento teatrale sui generis di "Giulietta e Romeo". Alle 11,30 saranno aperti gli stand gastronomici, caratterizzati dai cibi pasquali tradizionali. Ma nei piatti comparirà anche la patata zuccherina, tipica del Parco Rauccio, sarà cotta sul posto, e le pizze, anche quelle senza glutine per sensibilizzare alla celiachia. Un'anziana signora insegnerà la lavorazione della pasta fatta in casa.

L'Sgm, sponsor della manifestazione, metterà a disposizione "lu riubus", corsa speciale di autobus, gratuita, dalle 9,30 alle 19 dalla città al parco e ritorno.


"Riproponiamola bellezza della vita contadina, riscopriamo l'identità dei luoghi, come il Parco del Rauccio, che è divenuto un luogo di eccellenza - ha osservato stamani alla presentazione del programma il sindaco Adriana Poli Bortone -. Qualche anno fa molti ragazzi nemmeno sapevano che la pasquetta dei leccesi si tenesse il martedì. Proponiamo anche una rilettura della fascia costiera, finora sinonimo solo di abusivismo edilizio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Martedì "lu riu", la Poli: "Rivalorizziamo la costa"

LeccePrima è in caricamento