Mascherina e pistola, rapina 300 euro all'alba dentro l'edicola

Un malvivente s'è presentato di buon mattino nella rivendita di giornali nei pressi della Villa comunale di Squinzano. Aveva un'arma di piccolo calibro, forse un giocattolo

Foto di repertorio.

SQUINZANO – Il mattino ha la rapina in bocca. Alle 6 l’apertura dell’edicola “Leonardo”, nei pressi della Villa comunale di Squinzano. Pochi minuti dopo, anche l’ingresso di un malvivente. La donna s’è trovata da sola al cospetto di quel figuro che indossava una mascherina nera, di quelle che coprono il volto fino al naso e che indosserebbe un ragazzino travestito da Zorro nel periodo di Carnevale.

Ma del giustiziere mascherato partorito dalla penna di Johnston McCulley non aveva né l’aspetto, né i buoni propositi, tantomeno la sciabola. Piuttosto, una pistola di piccole dimensioni, forse un giocattolo senza tappo rosso. La vittima, però, trovandosi da sola di fronte al malintenzionato, non ha potuto fare altro che cedere al ricatto e gli ha consegnato i soldi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cento euro erano in cassa, mantenuti dal giorno prima. Altri 200 nel portafogli. Il rapinatore, arraffato il denaro, è subito schizzato verso l’esterno e s’è dileguato a piedi fra le vie del centro. Alla malcapitata non è rimasto altro da fare che comporre il 112 e avvisare i carabinieri, che hanno ascoltato la sua testimonianza e avviato le indagini. L’idea, visto il modus operandi, è che possa trattarsi di qualcuno residente in zona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento