rotate-mobile
Sabato, 1 Ottobre 2022
Cronaca Gallipoli

Materiale accatastato e dato alle fiamme. Controllo e denuncia dei forestali

Un gallipolino nei guai dopo l’ispezione dei carabinieri in un terreno recintato nella zona di Santa Venardia dove l’uomo depositava e poi bruciava rifiuti plastici e ferrosi

GALLIPOLI - La ragione per cui da tempo raccoglieva e accatastava materiale e rifiuti plastici e ferrosi su terreno di un suo parente non è ancora chiara, ma soprattutto il fatto che alcuni cumuli venivano bruciati in maniera impropria ha fatto, inevitabilmente, scattare la denuncia nei suoi confronti. Il provvedimento è stato assunto nei confronti di un gallipolino pizzicato dai carabinieri forestali della stazione locale all’interno di una terreno, nella zona di “Santa Venardia”, dove l’uomo aveva realizzato una sorta di piccola discarica per la gestione non autorizzata di rifiuti speciali pericolosi, e anche non pericolosi.

All’interno dell’area rurale, completamente recintata, di proprietà di un familiare dell’uomo, i militari intervenuti sul posto, nell’ambito di un’attività di controllo, accertavano l’attività di deposito, in vari cumuli, dei materiali, per lo più plastici e ferrosi, custoditi in maniera non autorizzata. Inoltre un quantitativo di rifiuti risultava dato alle fiamme da poco, distrutto dal fuoco, e quindi smaltito in maniera irregolare. Al termine del controllo l’uomo è stato deferito in stato di libertà all’autorità giudiziaria.                         

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Materiale accatastato e dato alle fiamme. Controllo e denuncia dei forestali

LeccePrima è in caricamento