Tutti e tre ai domiciliari, ma violano le prescrizioni e finiscono in carcere

I fermi eseguiti a Matino, Taviano e Alliste a carico di altrettanti soggetti con già diversi precedenti alle loro spalle

CASARANO – Raffica di controlli nel basso Salento e diversi arresti eseguiti dai carabinieri dipendenti dalla compagnia di Casarano. Fra questi spicca il nome di Michel Perdicchia, 30enne di Matino. A fermarlo, su ordine dell’autorità giudiziaria, i militari della stazione locale. Perdicchia era agli arresti domiciliari per associazione finalizzata al traffico di stupefacenti. Il suo nome compare fra quelli della recente operazione “Le Veneri” su un traffico di droga ed estorsioni nell’area di Matino, Tuglie e Parabita.

I motivi dell’arresto, in questo caso, risiedono i un’evasione dai domiciliari, che sarebbe avvenuta la notte del 18 ottobre scorso, come accertato da carabinieri della sezione radiomobile di Casarano, che hanno richiesto e ottenuto l’aggravamento della misura. Il 30enne è così finito in carcere.

A Taviano, invece, sempre su ordine dell’autorità giudiziaria, i carabinieri della stazione locale hanno arrestato Giglio Salvatore Alfarano, 29enne. Anch’egli già sottoposto ai domiciliari, in questo caso per rapina pluriaggravata (è stato condannato per un episodio avvenuto in un negozio ittico di Alliste nell’estate del 2019), è stato sorpreso dai carabinieri, che hanno richiesto e ottenuto l’aggravamento della misura, violare in più occasioni gli obblighi derivanti dalla misura imposta. Anche per lui si sono aperte le porte del carcere di Borgo San Nicola, a Lecce.

Ad Alliste, infine, i carabinieri della stazione di Racale hanno arrestato su provvedimento emesso dal Tribunale di sorveglianza di Lecce Eros Fasano, 56enne di Melissano. Anche lui, sottoposto ai domiciliari (ha precedenti per furto e ricettazione) ha più volte violato le prescrizioni ed è finito nella casa circondariale del capoluogo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

  • Favori in cambio di sesso, viagra e battute di caccia, chiesti 12 anni e mezzo per l’ex pm

  • Freddato a 22 anni con un colpo di pistola alla testa, inflitti due ergastoli

  • Ubriaca alla guida colpisce auto, poi si ribalta: illesa una 21enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento