Individuate due discariche a cielo aperto: scattano i sequestri dei terreni

La prima area, grande circa 2.500 metri quadrati, si trova alle spalle del nuovo cimitero comunale, nei pressi della linea ferroviaria a poche centinaia di metri dalla stazione Fse; il secondo terreno terreno in località Sant'Eleuterio

MATINO – Due discariche a cielo aperto, dove era stato abbandonato di tutto, dai vecchi pneumatici, all’eternit, dal materiale di risulta a pezzi di auto. Le hanno individuare i carabinieri della stazione locale, che hanno posto sotto sequestro i due appezzamenti e avviato le indagini per risalire ai proprietari dei terreni. Nel frattempo, sempre i militari, segnaleranno le discariche agli enti preposti per la bonifica delle zone.

La prima area, grande circa 2.500 metri quadrati si trova alle spalle del  nuovo cimitero comunale, nei pressi della linea ferroviaria a poche centinaia di metri dalla stazione Fse, mentre il secondo terreno, grande circa 55 metri quadrati, è nei pressi della strada vicinale Nardò – Casarano, in località Sant’Eleuterio.  

Ai militari infatti, da qualche giorno erano stati segnalati, proprio nei pressi di queste due aree, degli scarichi abusivi di materiali di risulta, igienici, eternit, paraurti di autovetture e pneumatici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si scontra con un'auto e vola dalla bici, grave un 11enne

  • In acqua per fare snorkeling, annega mamma 44enne in vacanza

  • Positiva prima di un day service ambulatoriale: nuovo caso Covid-19 nel Salento

  • Malore mentre si trova in acqua: riportato a riva, ma ormai senza vita

  • Paura sulla tangenziale: ragazza perde il controllo e finisce sul guardrail

  • Attende una donna conosciuta online, si ritrova i rapinatori in casa: denunce

Torna su
LeccePrima è in caricamento