Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca provinciale per San cataldo

Maxi furto in un impianto: spostano le videocamere, razzia di 350 pannelli

Il colpo, nella notte, è avvenuto in un impianto fotovoltaico sulla via che collega Lecce a San Cataldo. I ladri hanno manomesso i sensori per non essere ripresi, e poi sono fuggiti con l'ingombrante refurtiva per decine di migliaia di euro. Sul posto, gli agenti delle volanti

Immagine di archivio

LECCE  - Maxi furto di pannelli nella notte. Intorno alle due, un banda di malviventi ha raggiunto un impianto fotovoltaico sulla via che collega Lecce a San Cataldo, e ha fatto una razzia di lastre in silicio: almeno 350 sono state infatti portate via, dopo essere state caricate su diversi mezzi pesanti.

 L’importo totale del danno è ancora in fase di quantificazione, ma si tratta di cifre ingenti, pari a diverse decine di migliaia di euro. Altri dispositivi, inoltre, erano già stati accatastati e pronti per essere asportati dai ladri. Ma qualcosa li ha messi in fuga. Sul posto, infatti, sono giunte le guardie giurate di un istituto di vigilanza privato, i quali hanno constatato l’accaduto e allertato il numero di pronto intervento.

Un sopralluogo è stato eseguito alla presenza degli agenti di polizia della sezione volanti. Il sistema di antifurto, al quale sono collegate le videocamere, era stato manomesso: gli “occhi elettronici” ruotati manualmente per non essere ripresi. Le indagini sono in corso, da parte del personale della questura, per mettere in luce eventuali analogie con gli altri furti analoghi perpetrati in zona.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi furto in un impianto: spostano le videocamere, razzia di 350 pannelli

LeccePrima è in caricamento