Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca Strada Provinciale

Impianti fotovoltaici nel mirino dei ladri. Rubano 300 pannelli, sfuma un secondo furto

Una banda di malviventi ha sottratto centinaia di lastre per la produzione di energia elettrica, sulla strada provinciale che collega Lecce a Maglie, all'altezza di Melpignano. Ieri pomeriggio una banda, forse la stessa, ha tentato un altro colpo a Novoli, andato però a vuoto

Pannelli fotovoltaici (Foto di repertorio)

MELPIGNANO  - La notte ha fruttato a una banda di malviventi un maxi bottino. L’ennesimo furto ai danni di un impianto fotovoltaico della provincia è stato, infatti, messo a segno a Melpignano, sulla via provinciale che congiunge Lecce a Maglie, all’altezza del comune griko. I malviventi hanno raggiunto l’area, e rubato centinaia di pannelli da una ditta , la "Impreservice" che ha sede in zona, specializzata nella vendita di apparecchi per la trasformazione dell’energia solare in corrente elettrica. Hanno sottratto circa 300 lastre, ma potrebbero anche essere di più, per un valore di decine di migliaia di euro. Altri 150 pannelli erano stati già riposti in un furgone, parcheggiato in zona e appartenente all'azienda,  da tempo ormai inattiva. Ma non hanno avuto il tempo di asportarli, perchè sono stati costretti a fuggire.

Le indagini sono nelle mani dei carabinieri della stazione di Corigliano d’Otranto e dei colleghi del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Maglie, guidato dal tenente Rolando Giusti. I militari dell’Arma, nel corso delle prossime ore, verificheranno l’eventuale presenza delle videocamere di sicurezza installate lungo il perimetro recintato della società e lungo le vie adiacenti, per tentare di risalire ai responsabili dell’accaduto. I quali, non si esclude, potrebbero essere stati gli stessi che, nel pomeriggio di ieri, hanno provato a mettere a segno un altro furto analogo, fortunatamente sfumato.

Intorno alle 16, infatti, una segnalazione d’allarme è giunta presso l'istituto di vigilanza Fidelpol di Galatina, dall'impianto fotovoltaico “Enerqos” di Novoli. L'operatore della centrale  operativa ha avvisato la pattuglia, intervenuta sul posto, dopo aver allertato anche i carabinieri della stazione di Novoli, assieme al personale tecnico responsabile della manutenzione dell'impianto. I ladri hanno sottratto soltanto tre telecamere del sistema di videosorveglianza ed hanno danneggiato in alcuni punti la recinzione perimetrale che ha fatto scattare subito l'allarme. La conferma delle intenzioni è arrivata da alcuni elementi, come un pozzetto contenente cavi elettrici, trovato dagli inquirenti completamente aperto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impianti fotovoltaici nel mirino dei ladri. Rubano 300 pannelli, sfuma un secondo furto

LeccePrima è in caricamento