Cronaca Nardò

Maxi incendio divora 60 ulivi secolari a Sant'Isidoro

Vigili del fuoco e forestale hanno lavorato per oltre sei ore, al fine di domare un rogo che ha interessato dieci ettari di uliveto nella marina di Nardò. Purtroppo molte specie sono andate distrutte

Foto di repertorio.-20

Un vasto incendio è divampato nel primo pomeriggio di oggi in zona Masseria Consoli, non lontano dalla marina di Sant'Isidoro, in territorio comunale di Nardò. Il vento ha alimentato le fiamme nella giornata particolarmente calda, andando a divorare una decina di ettari di uliveto. Circa 50-60 alberi secolari sono purtroppo andati distrutti a causa del rogo, che i vigili del fuoco e la forestale hanno avuto qualche difficoltà a contenere, a causa dell'intensità delle fiamme e dell'estensione dell'incendio. Al punto che le prime squadre sono giunte sul posto intorno alle 14 e gli uomini impegnati nelle operazioni hanno terminato di lavorare solo verso le 20. Sul posto sono intervenuti la squadra antincendi boschivi di Lecce, mezzi dei pompieri del distaccamento di Gallipoli ed altri del corpo forestale dello Stato.

Il rogo ha interessato un fondo abbandonato, in cui diversi alberi, ormai rinsecchiti, hanno attecchito con una certa facilità, favorendo lo sviluppo del fronte del fuoco. Si tratta della stessa zona colpita solo poco tempo addietro da un altro grosso incendio. E' andato distrutto un patrimonio naturalistico di una certa importanza per il territorio. Non si esclude che, come nella maggior parte dei casi, l'origine possa essere dolosa. Con il caldo inizia purtroppo la stagione dei piromani, individui senza scrupoli che agiscono per puro divertimento o per interessi legati alla speculazione edilizia. Lo scorso anno il caldo intenso ha provocato decine e decine di roghi, alcuni particolarmente estesi e che hanno devastato riserve naturali quali le Cesine, nel leccese, o Torre Guaceto, nel brindisino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi incendio divora 60 ulivi secolari a Sant'Isidoro

LeccePrima è in caricamento