rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Cronaca Ugento

Inferno di fuoco: maxi incendi devastano ettari di oliveti infetti nel basso Salento

Le prime fiamme sono divampate nella serata di ieri, nelle campagne di Ugento. Distrutti all’incirca 240 monconi di alberi colpiti dalla Xylella. Nel pomeriggio, poi, altri roghi nelle stesse zone. Vigili del fuoco impegnati in estenuanti interventi, peraltro con scarsità di uomini e mezzi

UGENTO - Un inferno di fuoco. Un colpo al cuore del patrimonio naturalistico già infiacchito dalla Xylella fastidiosa. Ancora una volta le fiamme hanno colpito gli alberi di olivo, incenerendo circa tre ettari di terreno nelle campagne di Ugento. Si tratta di circa 240 monconi, sorta di reperti archeologici del paesaggio che fu.  La zona interessata si trova nei pressi della collina del Casale, quella dell’omonimo santuario.

Il video: fiamme in tutta la zona della collina del Casale

 Le lingue di fuoco sono attecchite già intorno alle 19, per poi propagarsi in velocità anche per via della presenza di erba. Diverse le segnalazioni giunte alla sala operativa del 115 da parte di passanti e cittadini. L’intervento si è protratto fino alla serata, nella difficoltà di “neutralizzare” i tronchi trasformati in torcia. Sul luogo, oltre ai pompieri anche i volontari della protezione civile. Sconosciuta, al momento, la natura dell'accaduto. Sono in corso anche nella mattinata di oggi ulteriori operazioni di bonifica e di accertamento delle cause scatenanti.

Le immagini degli alberi in fiamme.

Nei giorni scorsi il Comune di Ugento aveva lanciato la proposta dell’eradicazione degli alberi colpiti dal batterio a costo zero. Una prassi non ancora avviata per alcuni intoppi di natura burocratica. Sempre l’amministrazione comunale ha donato, tramite un bando, 3mila e 440 nuove piante a tutti coloro che ne hanno fatto richiesta. Un modo per cercare di recuperare il paesaggio e scongiurare, contestualmente, il grave fenomeno degli incendi. Che, quest’anno, sembra aver già inaugurato la propria triste stagione.

Altri roghi nel pomeriggio

Dopo il maxi rogo notturno, la situazione non è certamente migliorata nelle ore successive. Anzi. Nel primo pomeriggio, complice il gran caldo, gli incendi sono ripresi, sia nella zona di Ugento, sia in altre aree relativamente vicine, colpendo ancora decine e decine di ulivi rinsecchiti.

Diversi incendi sono divampati nei dintorni di via Acquerelli, strada che conduce da Ugento fin dentro una vasta area di campagna. Un altro si è poi sviluppato nella zona delle cave, in direzione di Casarano, così come roghi sono stati segnalati verso Parabita. Il che ha condotto i vigili del fuoco a un lavoro eccezionale, fino a non avere più uomini e mezzi a disposizione per contrastare in maniera rapida i vari fronti apertisi contemporaneamente. È stato quindi richiesto l'ausilio della polizia locale ugetina per chiudere il transito in quelle zone dove l'intervento non poteva essere immediato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inferno di fuoco: maxi incendi devastano ettari di oliveti infetti nel basso Salento

LeccePrima è in caricamento