Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Maxi operazione delle fiamme gialle contro le scommesse e il gioco illegale

Complessivamente sono state 28 le apparecchiature sequestrate, tra terminali informatici e pc, e quaranta i soggetti segnalati

LECCE - Ventotto apparecchiature sequestrate, tra terminali informatici (i cosiddetti “totem” e personal computer) e quaranta soggetti segnalati. E’ questo i bilancio dei controlli eseguiti dalla Guardia di finanza sul territorio regionale tra il 13 e il 14 settembre per il contrasto al dilagare di giochi e scommesse illegali. In questi due giorni il comando regionale ha disposto l’esecuzione di un piano straordinario di interventi finalizzato a prevenire e reprimere il fenomeno del gioco illegale e delle scommesse clandestine ed altre correlate forme di illegalità. Sono stati 163 gli interventi eseguiti dei quali trentanove (il 24 per cento) ha fatto emergere irregolarità. 

Due gli obiettivi dell’operazione: il contrasto della concorrenza sleale esercitata dai soggetti non autorizzati ai danni degli operatori regolari; difesa dei consumatori, soprattutto minori ed appartenenti alle fasce sociali più deboli, da proposte di gioco illegali, insicure e prive di alcuna garanzia, tanto sulla regolarità delle giocate, quanto sulla probabilità di vincita.

Dall’inizio dell’anno i reparti operativi impiegati nel settore hanno effettuato 486 controlli su tutto il territorio regionale, rilevando irregolarità nel 30 per cento dei casi, con la verbalizzazione di 650 soggetti e il sequestro di 329 apparecchiature elettroniche. Ammonta ad oltre 3,3 milioni di euro l’imponibile accertato dell’imposta unica sui giochi e le scommesse e non versato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi operazione delle fiamme gialle contro le scommesse e il gioco illegale

LeccePrima è in caricamento