Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Via Roca

Nel discount di notte per furto: uno preso, l'altro braccato si consegna

A Melendugno fermati due uomini dai carabinieri. Il primo bloccato mentre scavalcava la recinzione, il secondo è fuggito con una Punto. Tallonato per ore, alla fine si è arreso

L'interno di un punto vendita Eurospin (repertorio).

MELENDUGNO – Uno è stato arrestato subito. L’altro, ricercato per il resto della nottata dopo la ritirata precipitosa, ha capito da solo che non si sarebbe potuto nascondere in eterno e alla fine ha deciso di consegnarsi presso la stazione dei carabinieri.

In manette sono finiti, nell’ordine, prima  Dario Vergari, 42enne, poi il fuggitivo Giacomo Esposito Specchia, 27enne. Entrambi di Melendugno, hanno messo a segno un furto poco prima dell’alba ai danni del discount Eurospin del loro stesso comune, in via Roca. Ma sono stati notati dai carabinieri di pattuglia, composti da gruppi misti di militari della stessa Melendugno e di Vernole.

La recrudescenza di furti notturni che si sta avendo in questo periodo post-estivo, già saggiata di recente con altri colpi, sta spingendo i carabinieri a svolgere pattugliamenti misti, unendo le forze di più stazioni per riuscire a coprire in modo più ampio il territorio.

E’ in questo modo, per esempio, che, nonostante i danni all’edificio, è stato sventato a metà settembre il furto all’Unicredit di Calimera con pala meccanica e funi: in breve erano piombati sul posto i carabinieri calimeresi coadiuvati dai colleghi di Lizzanello e i ladri erano stati obbligati a una fuga a rotta di collo. E se quelli, almeno, si erano salvati dalle manette, peggio è andata a Vergari ed Esposito Specchia, che non hanno avuto alcuno scampo.

Tutto è iniziato quando, intorno alle 4 del mattino, una pattuglia ha notato una Fiat Punto bianca sospetta, parcheggiata in un punto seminascosto del perimetro esterno. I carabinieri si sono subito avvicinati per vedere da vicino se stesse accadendo qualcosa di losco.

VERGARI DARIO-2Giunti nei pressi della vettura, i militari stessi sono stati colti in quell'attimo da un'altra visione, quella di un individuo che stava scavalcando la recinzione, in parte danneggiata. Aveva con sé articoli alimentari e destinati all’igiene della persona, che in seguito si accerterà essere stati rubati da alcuni bancali che si trovavano nel recinto del discount, in attesa di essere portati durante la mattinata all’interno ed esposti per la vendita.

ESPOSITO SPECCHIA GIACOMO-2Quell’uomo era Vergari, che, visti i carabinieri, ha gettato la merce provando a fuggire a piedi e scavalcando di nuovo la recinzione. Mentre la Punto, alla cui guida era già stato già intravisto Esposito Specchia, noto ai carabinieri, è ripartita a tutta velocità. Il 27enne ha approfittato del fatto che i carabiniri si fossero giocoforza concentrati sul complice per dare gas. Ma, in pratica, con la fuga ha anche manifestato apertamente la propria partecipazione al colpo, fino a quel momento solo ipotizzabile: avrebbe dovuto, evidentemente, trasportare la refurtiva sulla sua auto.

I militari, che nel frattempo erano già a caccia di Vergari, l’hanno raggiunto a piedi, bloccandolo. Per ricercare il fuggitivo, sono state chiamate a Melendugno altre due pattuglie del Nucleo radiomobile di Lecce. Per circa due ore il territorio è stato sondato a palmo a palmo. Alla fine, il 27enne si è arreso, presentandosi al cospetto dei militari.

Dopo la denuncia presentata dal responsabile del punto vendita, è stata recuperata e restituita parte della refurtiva abbandonata durante la fuga. Sentito il magistrato di turno, Carmen Ruggiero, per entrambi sono stati diposti gli arresti domiciliari in atteso del rito direttissimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel discount di notte per furto: uno preso, l'altro braccato si consegna

LeccePrima è in caricamento