Cronaca Melendugno

Autista di scuolabus accusato di molestie in silenzio dinanzi al gip

Si è avvalso della facoltà di non rispondere il 60enne accusato di molestie sessuali nei confronti di alcuni minori

Foto di repertorio.

LECCE – Si è avvalso della facoltà di non rispondere Claudio De Rinaldis, il 60enne originario di Melendugno ma residente a Zollino arrestato sabato scorso con l’accusa di violenza sessuale aggravata e continuata nei confronti di minori. L’indagato, assistito dagli avvocati Viola Messa e Marino Giausa, è comparso dinanzi al gip Simona Panzera, che ha emesso l’ordinanza di custodia cautelare nei suoi confronti, per l’interrogatorio di garanzia. Un incontro breve, visto che l’uomo ha deciso di rimanere in silenzio, come suo diritto.

A dare avvio alle indagini, coordinate dal sostituto procuratore Maria Rosaria Micucci, la denuncia della madre di una delle vittime dei presunti abusi. Secondo quanto ipotizzato dagli inquirenti, le molestie avrebbero riguardato tre minori che l’uomo, autista di un pulmino adibito al trasporto degli alunni delle scuole elementari e medie di Melendugno, avrebbe avvicinato durante il turno di lavoro. Le tre presunte vittime, di cui è ormai divenuta maggiorenne, sono state sentite in sede di ascolto protetto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autista di scuolabus accusato di molestie in silenzio dinanzi al gip

LeccePrima è in caricamento