Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Via San Giovanni

Resina sul pavimento della scuola, bimbi accusano malore

Avrebbero respirato le esalazioni di vernice e il plesso scolastico "Giuseppe Mazzini" è stato fatto sgomberare dal sindaco Russo, in attesa che si esprimano i tecnici dell'Arpa. Cinque bambini condotti in ospedale al "Fazzi"

La scuola "Mazzini" (foto LeccePrima, tutti i diritti riservati).

MELENDUGNO – Cinque bambini ed il genitore di uno di loro lamentano un leggero malore dopo avere respirato le esalazioni di resina e il plesso scolastico “Giuseppe Mazzini”  viene fatto sgomberare, almeno per oggi, in attesa che i tecnici dell’Arpa, l’Agenzia regionale per l’ambiente, convocati questa mattina dal sindaco di Melendugno, Mauro Russo, rassicurino il primo cittadino e i genitori dei piccoli malcapitati che la resina impermeabile sistemata durante i lavori di ampliamento dell’edificio sulla pavimentazione esterna, non abbia più effetti “collaterali” per le scolaresche e i docenti della elementare e della media di via San Giovanni.

Cinque in tutto, infatti, come detto, i bambini accompagnati al pronto soccorso del “Vito Fazzi” di Lecce per avere respirato le esalazioni della vernice che, intorno alle 10, gli operai della ditta appaltatrice dei lavori per l’adeguamento dell’istituto comprensivo  avevano riversato sulla pavimentazione esterna, laterale, per la protezione del lastricato. Un'operazione di routine per la quale è stato adoperato un prodotto comunemente in uso per la protezione della pavimentazione esterna.

Solo che le esalazioni, trasportate dal vento, avrebbero raggiunto alcune aule, in quel momento con le finestre aperte, e con le scolaresche dietro ai banchi a seguire le lezioni. Alcuni bimbi, in quella circostanza, avrebbero avuto un leggero malore, motivo per cui sono stati trasportati in ospedale per un controllo. Ma le loro condizioni non sono preoccupanti. Una lieve intossicazione, sono stati tutti dimessi, compreso un genitore che avrebbe a sua volta inalato la sostanza.

“Sono mortificato per quel che è accaduto – dice il sindaco Russo – il primo a recarsi sul posto dopo avere saputo dell’incidente. Insieme con il primo cittadino anche i titolari della ditta, carabinieri e tecnici dell’Arpa. “Fortunatamente le condizioni dei bambini non sono preoccupanti – aggiunge Russo - anche perché, come mi è stato assicurato, l’odore della resina che viene utilizzata normalmente per questi lavori, resta nell’aria per un paio di ore. Ma, ripeto, quel prodotto è proprio per uso esterno. I lavori sono infatti ripresi dopo queste giornate di pioggia, sempre in quel plesso, la cui opera di ampliamento, di cui siamo molto orgogliosi, è costata 800mila euro. Ci dispiace per quanto accaduto – conclude il primo cittadino – ma resta il fatto che se non avrò tutte le rassicurazioni del caso la scuola non riaprirà. Molti dipenderà da cosa ci diranno i tecnici dell’Arpa”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Resina sul pavimento della scuola, bimbi accusano malore

LeccePrima è in caricamento