Orrore in casa: tenta di dare fuoco alla moglie con liquido infiammabile

A Melissano i carabinieri hanno arrestato un 72enne. La donna è riuscita a sottrarsi e a chiedere aiuto, urlando con quanto fiato aveva in gola, e chiamando la centrale operativa. I militari hanno catturato l'uomo nelle vicinanze

MELISSANO – Una lite. L’ennesima. Solo che questa volta s’è rischiata una tragedia immane. Sì, perché quando la moglie è caduta per terra, spinta con brutalità, lui, un 72enne, ha afferrato una bottiglia contenente liquido infiammabile e ha iniziato a cospargerlo addosso. Poi, cercando di tenerla ferma, ha tentato di bruciarla usando un accendino, ma non c’è riuscito e, anzi, la malcapitata s’è sottratta. E, fra grida disperate e una telefonata alla centrale operativa dei carabinieri, è riuscita a mettersi in salvo e a fare arrestare il consorte violento.

Una brutta vicenda di violenze domestiche, quella che giunge da Melissano. Il fatto è avvenuto ieri mattina. I litigi, in casa, pare fossero frequenti, ma ieri il 72enne s’è spinto davvero oltre. Sfuggita all’ira dell’uomo, che per fortuna non è stato in grado di portare a termine il terribile proposito, con gli abiti ancora umidi, lei ha iniziato a urlare con quanto fiato aveva in gola. Lo stesso 72enne deve aver capito che per quelle richieste di aiuto così accorate, che avrebbero attirato il vicinato, non avrebbe tardato a mettersi nei guai seri. Così, è scappato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma i carabinieri della stazione locale erano ormai già in rapido movimento verso l’abitazione, consapevoli che non vi fosse un attimo da perdere. E il 72enne è stato bloccato a breve distanza. Accusato di tentato omicidio, è stato condotto nel carcere di Borgo San Nicola, a Lecce. La vittima ha riportato lesioni, per fortuna non gravi. E i carabinieri hanno sequestrato, come atti di prova, l’accendino e gli indumenti imbrattati di liquido infiammabile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo colpo al business della droga a Melissano: all’alba 23 in manette

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: otto anni al padre e allo zio

  • Il tir si ribalta col carico di frutta: ferito conducente, positivo all’alcol test

  • Notte di terrore: entrano in casa in quattro, uomo bloccato e rapinato

  • Muro abbattuto da braccio della betoniera, investiti studenti: muore in ospedale 22enne

  • Virus, stabile l’andamento del contagio. Picco di 43 casi nel Salento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento