Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Melissano

Banda in azione nei campi, maxi furto di moduli fotovoltaici: bottino da 100mila euro

Il colpo è avvenuto alcune notti addietro in Contrada Margiotta, nelle campagne intorno a Melissano. L'impianto è della Geo Service di Taviano. Indagano gli agenti di polizia del commissariato di Gallipoli. I predoni sono riusciti a smontare 250 pannelli. Le videocamere in avaria

MELISSANO – I predoni di pannelli solari sono tornati in azione alcune notti addietro. Ed hanno messo a segno un colpo che ha provocato un danno non indifferente all’azienda proprietaria. Il valore della merce sparita dalla circolazione e destinata al sempre più florido mercato nero si aggira, infatti, attorno ai 100mila euro.

La denuncia, presentata ieri, ha messo in moto gli agenti di polizia del commissariato di Gallipoli. Il furto, però, sembra che sia avvenuto nella notte a cavallo fra sabato 12 e domenica 13 aprile. Ad agire è stata una delle tante bande specializzate, che ormai hanno letteralmente preso d’assedio il territorio.

Ad essere presi di mira sono soprattutto impianti nelle campagne, dove tutto è reso più semplice per la relativa distanza dai centri abitati. L’unica forma di controllo, a volte, consiste dunque nel passaggio di pattuglie di istituti di vigilanza.

Spesso, però, furti di questo genere sono stati sventati, anche di recente, grazie soprattutto agli impianti di video sorveglianza. Non questa volta, perché il sistema era temporaneamente in avaria e ciò ha permesso ai malviventi di agire con una certa tranquillità. Inutile dire che la circostanza rende più difficili le indagini affidate agli uomini diretti dal vicequestore aggiunto Emilio Pellerano.

L’impianto in questione si trova in “Contrada Margiotta”, in territorio di Melissano, ed è di proprietà della Geo-Service, con sede legale nella vicina Taviano.

E’ stata una guardia giurata della Deiacosecurity a scoprire il furto. I ladri, dopo aver tagliato una porzione direcinzione esterna, hanno smontato circa 250 moduli, caricandoli presumibilmente all’interno di furgoni, per poi fuggire. Impossibile, però, stabilire per il momento il numero esatto degli individui che hanno operato e dei mezzi impiegati.

Come detto, si tratta solo dell’ennesimo episodio in ordine di tempo. Sono decine i casi di questo tipo, anche se il più delle volte le bande sono costrette a desistere e a ripiegare. Ma quando il furto riesce, come in questo caso, il bottino è sempre corposo. E la destinazione dei pannelli fotovoltaici, spesso e volentieri, è qualche nave in partenza verso lidi esteri.         

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banda in azione nei campi, maxi furto di moduli fotovoltaici: bottino da 100mila euro

LeccePrima è in caricamento