rotate-mobile
Cronaca Surbo

Mensa a Surbo, Tar: legittimo l'annullamento del servizio a "La Fenice"

I giudici amministrativi hanno espresso il verdetto sulla vertenza che opponeva la ditta che fino al Natale dello scorso anno aveva gestito il servizio di refezione e l’amministrazione comunale che aveva assunto la decisione, ravvisando la carenza di requisiti di fatturato

LECCE – Il Tar di Lecce ha confermato: bene ha fatto il Comune di Surbo ad annullare in autotutela, nell’agosto del 2014, l’affidamento della mensa alla ditta “La Fenice” di Galatone per gli alunni della scuola dell’infanzia, affidandola alla “Tourigest” di Lecce, che si era collocata al secondo posto in graduatoria al momento della gara, che risale al dicembre del 2013.

I giudici amministrativi hanno dunque espresso il verdetto sulla vertenza che opponeva da un lato la ditta che fino al Natale dello scorso anno aveva gestito il servizio di refezione e dall’altra l’amministrazione comunale surbina che aveva assunto quella decisione, avendo ravvisato la carenza di requisiti di fatturato richiesti per la partecipazione alla procedura.

“La Fenice”, ai fini dell’ammissione alla gara, aveva dichiarato il possesso di un fatturato in servizi analoghi, realizzato presso il Comune di Trepuzzi, che in sede di controllo si sarebbe rivelato d’importo inferiore. L’accertamento aveva comportato l’annullamento dell’aggiudicazione e la segnalazione dell’impresa all’Autorità nazionale anticorruzione affinché adottasse eventuali provvedimenti.

La ditta ha avanzato un ricorso nel quale il Tar ha però accertato la legittimità della decisioen assunta dal Comune di Surbo, che ha evidenziato la mancata corrispondenza tra gli importi dichiarati dalla ditta ai fini dell’ammissione e quelli in seguito attestati dal Comune di Trepuzzi.,.

Le tesi difensive del Comune sono state accolte sia in merito alla doverosità del provvedimento in autotutela e della successiva aggiudicazione dell’appalto alla “Tourigest”, sia sulla segnalazione all’Autorità nazionale anticorruzione.

La decisione del Tar permetterà al servizio di refezione scolastica attualmente in corso di proseguire fino alla conclusione dell’anno scolastico 2015/2016, scongiurando il rischio di disagi o disservizi dovuti a possibili avvicendamenti o interruzioni nella gestione. Il Comune di Surbo di avrà anche la facoltà di prorogarne la durata fino al 31 maggio del 2019, così come previsto dall’originario bando di gara.

Il Comune di Surbo era rappresentato dall’avvocato Ernesto Sticchi Damiani, la “Tourigest” dall’avvocato Giovanni Pellegrino, “La Fenice” dall’avvocato Pietro Quinto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mensa a Surbo, Tar: legittimo l'annullamento del servizio a "La Fenice"

LeccePrima è in caricamento