Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca Viale Giovanni Paolo II

Mercato sospeso, ma in decine si presentano. Intervento degli agenti

Operatori provenienti soprattutto da altre province e forse ignari della decisione dell'amministrazione, in concomitanza con i lavori per l'acquedotto, avrebbero voluto esporre comunque. Area di piazza Palio presidiata dalla polizia locale

La polizia locale nelle vicinanza del palazzetto dello Sport.

LECCE - Nonostante la sospensione del mercato bisettimanale, preannunciata per la realizzazione di lavori per Acquedotto Pugliese su viale Giovanni Paolo II, in decine, soprattutto provenienti da altre province pugliesi si sono presentati come ogni lunedì e venerdì, alle prime luci del giorno.

Una soluzione alternativa ci sarebbe, ed è quella, contestata di via Bari: l'ordinanza del sindaco, Paolo Perrone, fa riferimento all'area del rione San Sabino come l'unica alternativa possibile alla sospensione. E' noto, però, che quella zona non è ritenuta idonea allo scopo dal Tribunale amministrativo regionale che ha accolto, nei primi giorni di febbraio, una richiesta di sospensiva avanzata da un folto gruppo di operatori commerciali, assistiti dagli avvocati Ernesto Sticchi Damiani e Sergio De Giorgi. 

I due legali, questa mattina, hanno accompagnato una delegazione di ambulanti dal prefetto, Giuliana Perrotta, mentre intorno al palazzetto dello sport di Piazza Palio gli agenti di polizia locale hanno dovuto faticare non poco a tenere la situazione sotto controlli. Per il Comune di Lecce non ci sono le condizioni di sicurezza necessarie, data la presenza del cantiere, per lo svolgimento dell'attività mercatale. Per i commercianti, invece, si tratta di un pretesto per favorire lo spostamento in via Bari. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato sospeso, ma in decine si presentano. Intervento degli agenti

LeccePrima è in caricamento