Cronaca Litorale

Mezza tonnellata di marijuana al largo di San Cataldo: due arresti

Dopo 48 ore altro maxi sequestro da parte della guardia di finanza: un gommone è stato intercettati a 25 miglia dal litorale leccese

I militari dopo il sequestro di droga

SAN CATALDO (Lecce) – Li hanno intercettati a circa 25 miglia al largo da San Cataldo e arrestati: i finanzieri della sezione navale idruntina del Roan, il Reparto operativo aeronavale di Bari, hanno fermato un gommone con due individui a bordo e oltre 500 chilogrammi di marijuana. E’ avvenuto nelle ultime ore, nella tarda mattinata di ieri, dopo aver notato l’imbarcazione dirigersi verso le coste salentine.

Un’imbarcazione carica di sostanza stupefacente che dirigeva verso le coste del leccese. I militari di Otranto, guidati dal comandante Vincenzo Capone, assieme ai colleghi elicotteristi di Taranto e coordinati dal colonnello Antonello Maggiore, hanno inseguito i due narcotrafficanti in mare. La coppia di malviventi ha infatti cercato di dileguarsi ma, al termine di una spericolata operazione, sono finiti in manette. Hanno cercato di far perdere le tracce dello stupefacente, gettandolo in acqua. Ma i finanzieri hanno refoto 03-6-2cuperato la droga, ben imballata tanto da resistere all’umidità.

Un gommone lungo 7 metri, con un potente motore fuoribordo, è stato portato agli ormeggi della Sezione operativa navale delle fiamme gialle  di Otranto e sequestrato. Gli scafisti, Hodaj Bardhyl 48 anni e Ermal Nurce di 30 anni, entrambi di Valona, sono stati arrestati per detenzione e traffico internazionale di stupefacenti e sono ora a  disposizione della autorità giudiziaria. La marijuana recuperata e sequestrata dai finanzieri anche dal mare, era confezionata in 28 colli di varie dimensioni, tutti recuperati, del peso complessivo di 506 chili. Un quantitativo ingente che, al mercato clandestino, avrebbe fruttato circa 5 milioni di euro.

Con questa ennesima operazione delle fiamme gialle, salgono a 6 le tonnellate di marijuana, trasportate via mare, sequestrate nel mese di gennaio di quest’anno. Nalla giornata di sabato, infatti, gli stessi militari idruntini hanno intercettato un altro natante, sempre al largo di San Cataldo, a circa una ventina di miglia, con un carico ancora maggiore: circa 760 chili di stupefacente viaggiavano in direzione del Salento. In quell'occasione, i finanzieri hanno bloccato due cittadini brindisini e uno di nazionalità albanese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mezza tonnellata di marijuana al largo di San Cataldo: due arresti

LeccePrima è in caricamento