"Mi ha venduto la moto e l'ha rubata". E con l'amico pestano lui e la compagna

Singolare vicenda a Martano. Tre denunce a vario titolo per furto, lesioni, minaccia, violazione di domicilio e danneggiamento

Furto aggravato, lesioni personali, minaccia, violazione di domicilio e danneggiamento. E’ la sfilza di reati dei cui rispondono, a vario titolo, due martanesi e un giovane di Carpignano Salentino, per una vicenda alquanto bizzarra.

Tutto è nato, infatti, dalla vendita di una motocicletta Yamaha R1. Moto che sarebbe stata rubata la notte del 19 marzo scorso – udite, udite - dallo stesso venditore. Tanto che l’acquirente si sarebbe fatto giustizia da solo, andando in casa sua con un conoscente e malmenando lui e pure la compagna. L’unica che nella situazione, probabilmente, non c’entrava nulla.   

Protagonisti principali sono N.M., 27enne, di Martano; N.P., 24enne di Carpignano Salentino; C.S., 40enne di Martano.

Orbene. Il 40enne C.S. avrebbe venduto una moto al 27enne N.M., salvo “riprendersela” dall’abitazione di quest’ultimo in una notte di marzo. Nella circostanza, però, sarebbe stato notato da alcuni testimoni. Tanto che il 48enne, il mattino dopo, chiamato l’amico N.P. di Carpignano, con quest’ultimo si sarebbe recato presso casa di C.S., colpendo la porta d’ingresso per entrare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All’arrivo dei carabinieri richiamati dal trambusto, dopo aver spinto il capo pattuglia, si sarebbero introdotti in casa, aggredendo l’uomo ritenuto autore del furto e convivente. Erano stati proprio i carabinieri, in quella situazione, a bloccarli prima che il pestaggio avesse esiti peggiori. E, durante gli accertamenti, avendo N.M. proferito anche frasi ingiuriose verso i militari, si era beccato una prima denuncia per oltraggio a pubblico ufficiale. Tant’è, avviate indagini più certosine, alla fine si è ricostruita con maggiori dettagli l’intera vicenda. Più che altro, si è sbrogliata una matassa in cui quasi tutti sembrano avere delle responsabilità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • “Vai a casa mia e sposta tutto”. Ma vedono il messaggio e trovano la droga

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Colpo in testa e via con i soldi: portiere dell’hotel aggredito per rapina

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento