menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Migliaia di litri di carburante ma gli assegni erano di un carnet smarrito

Un tarantino accusato di aver frodato per tre volte lo stesso fornitore di Cavallino. A incastrarlo sono stati i carabinieri di Francavilla Fontana

ORIA – Per ben tre volte avrebbe frodato la stessa società che rifornisce carburante, e che ha sede a Cavallino, la "Icogea prodotti petroliferi", usando assegni da un carnet risultato smarrito. Ma, osando troppo, alla fine Giuseppe Frascella, 51enne di Taranto, è caduto in fallo e invece dell’ennesimo pieno di carburante, s’è ritrovato dietro le sbarre.  

L’uomo è stato arrestato nelle scorse ora in flagranza di reato, a Oria , dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Francavilla Fontana e della stazione locale.

A fronte di una cospicua fornitura di gasolio per autotrazione, ben 9mila, ha corrisposto all'amministratore dell’azienda specializzata nell'erogazione di prodotti petroliferi un assegno post–datato da 12mila e 407 euro. Peccato che il carnet dal quale l’abbia estratto, fosse di un cegliese, che aveva già formalizzato nei giorni precedenti la denuncia di scomparsa presso la stazione dei carabinieri di Francavilla Fontana.

FRASCELLA Giuseppe, classe 1966-2L’indagine è nata da due identici episodi di truffa, perpetrati sempre da Frascella ai danni della stessa ditta. I carabinieri hanno accertato come il 7 e il 15 dicembre si fosse già rifornito di 18mila litri di gasolio per autotrazione pagati con due assegni post–datati per 24mila euro.

Particolare: in tutte le occasioni in cui Frascella ha richiesto la fornitura di carburante, avrebbe  insistito affinché gli venisse consegnato nei pomeriggi dei giorni prefestivi. Il motivo sembra chiaro: in questo modo, avrebbe potuto ritardare gli accertamenti bancari sui titoli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento