menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minacce all'ex moglie con le armi in possesso dell'artigiano, nuovo arresto

Si aggrava la posizione dell'uomo di 53 anni Leverano fermato con machete, fucile e munizioni. Avrebbe minacciato l'ex consorte

LEVERANO – Si aggrava la posizione di Marco Carmine Nestola, artigiano 53enne di Leverano. L’uomo era stato arrestato nei giorni scorsi in flagranza dai carabinieri della stazione locale, dopo una perquisizione, per il possesso di un machete in casa e di un fucile a canne mozze con relative cartucce nella bottega dove lavora la pietra leccese.

L’accertamento non era stato casuale. Era nato dopo un acceso diverbio in strada, in cui era rimasta coinvolta l’ex moglie. Proprio quell’episodio aveva fatto scaturire la necessità di un controllo sia nell’abitazione, sia nell’ambiente di lavoro. Con tanto di scoperta: possedeva pericolose armi.  Che avrebbe usato per minacciare proprio la donna.

Ora, dunque, Nestola ha subito una nuova misura cautelare. Questa volta – mentre nel frattempo s’è svolta l’udienza di convalida per il primo episodio – le manette arrivano a seguito di un’ordinanza del giudice delle indagini preliminari. Le indagini, infatti, nate da quel diverbio, sono proseguite. E, stando a quanto rilevato dai carabinieri, tra il 28 gennaio e il 2 febbraio, si sarebbero verificati – come detto - episodi di minacce verso la donna usando proprio le armi. Per Nestola, così, è scattato una nuova ordinanza cautelare. Si trova ai domiciliari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    I benefici del caffè, una mattutina preghiera quotidiana

  • Alimentazione

    Finocchio: proprietà, controindicazioni e usi in cucina

  • Fitness

    La cyclette, il benessere a casa e in palestra

Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento