Cronaca Via Roma

Minacce a un avvocato: benzina sul portone del suo studio e divampano le fiamme

Il gesto intimidatorio è avvenuto poco dopo la mezzanotte, nel centro di Carmiano. Alcuni individui hanno versato del liquido infiammabile all'ingresso dello studio di una professionista di 60 anni e arrecato danni. Le indagini nelle mani dei carabinieri di Campi Salentina

CARMIANO – Le tracce di liquido infiammabile sono ancora evidenti in via Roma, nel centro di Carmiano, proprio di fronte all’Ufficio anagrafe del Comune. Ignoti, infatti, hanno preso di mira un’abitazione adibita a studio legale: quello di Luciana Centonze, avvocato civilista di 60 anni.

Una ventina di minuti dopo la mezzanotte, i malviventi hanno cosparso di combustibile la porta di ingresso, che si affaccia direttamente sulla strada, per poi appiccare il fuoco. Le fiamme sono divampate danneggiando la porta e annerendo il muro esterno dell’immobile, che non è stato tuttavia colpito in maniera grave.

Scoperto l’accaduto, la malcapitata si è rivolta ai carabinieri della stazione locale, giunti assieme ai colleghi del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Campi Salentina, guidata dal maggiore Nicola Fasciano.I militari sono concentrati soprattutto sulla sfera professionale della donna e, nel corso delle prossime ore, ascolteranno sia lei, sia eventuali testimoni che potrebbero aver notato un movimento o un’auto sospetta durante la notte. Sul posto, intanto, è stata rinvenuta un bottiglia in plastica di piccole dimensioni, posta sotto sequestro: sarebbe quella utilizzata per contenere il carburante.

Un prezioso contributo, inoltre, potrebbe essere fornito dalle videocamere di sorveglianza installate lungo la via e nel centro di Carmiano. Nell'isolato, infatti, gli investigatori ne hanno individuate almeno un paio che potrebbero rivelarsi determinanti. E non è tutto. Nei paraggi ha sede anche un circolo ricreativo che, nell'ora dell'episodio era sicuramente aperto e frequentato da qualcuno che potrebbe aver assistito a strani movimenti.

Il piccolo comune, di recente, è stato protagonista di un altro, grave fatto di cronaca. All’inizio della settimana, in pieno giorno, tre malviventi hanno fatto irruzione all’interno della villa di un imprenditore. Si sono ritrovati in un faccia a faccia con un’amica di famiglia delle vittime e l’hanno immobilizzata alla sedia. Per poi arraffare un bottino di diverse migliaia di euro e fuggire. Resta alta l’attenzione degli inquirenti nella zona.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce a un avvocato: benzina sul portone del suo studio e divampano le fiamme

LeccePrima è in caricamento