Cronaca

Minaccia di gettarsi dal ponte, lo salvano in extremis

Gallipoli: un uomo di 64 anni è salito sul cornicione di un cavalcavia della provinciale 101, nel tratto che congiunge a Nardò, minacciando di buttarsi nel vuoto. E' stato salvato dai vigili del fuoco

Foto di Antonio Tricarico.

Come poche settimane addietro l'ex pugile Loris Stecca, è salito sul cavalcavia minacciando di suicidarsi. Un uomo di 64 anni di Gallipoli è stato salvato in extremis dai vigili del fuoco del distaccamento locale, avvisati intorno alle 14 dalla centrale di Lecce di alcune chiamate da parte di automobilisti che percorrevano la provinciale 101, nel tratto che collega la città jonica a Nardò, le quali avvisavano di un uomo affacciato dal cornicione, pronto a gettarsi. Una squadra s'è immediatamente portata sul posto, insieme a pattuglie del commissariato di polizia locale e dei carabinieri della stazione di Sannicola e della compagnia gallipolina, per cercare di mettere in salvo l'uomo, che è stato trovato a cavalcioni del cornicione, effettivamente in procinto di lanciarsi nel vuoto.


Delicata l'operazione, con la strada chiusa momentaneamente al traffico, che ha visto alcuni vigili del fuoco giungere alle sue spalle, per immobilizzarlo prima che compiesse l'insano gesto, mentre altri operatori attendevano in basso prima di entrare in azione con l'autoscala. Una volta fermato e imbracato, dopo essere stato rassicurato da un carabiniere della stazione di Sannicola che gli ha regalato il suo berretto, l'uomo è stato caricato sull'autoscala dei pompieri e fatto scendere dal cavalcavia, per poi essere condotto da un mezzo del 118 presso l'ospedale di Gallipoli, prima di essere trasferito a Maglie. Ancora poco chiare le motivazioni di questo gesto eclatante. Forse, all'origine, alcune incomprensioni negli ambienti in cui vive e problemi di natura economica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia di gettarsi dal ponte, lo salvano in extremis

LeccePrima è in caricamento