Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Centro / Via Giuseppe Libertini

Minaccia di morte il connazionale. Nell’auto una mannaia: denunciato

Un 39enne di nazionalità pakistana nei guai: trovato anche positivo ai cannabinoidi

LECCE - Un individuo nei guai per minacce: nell’auto aveva persino una mannaia.  Nel primo pomeriggio di ieri, i poliziotti, transitando per via Libertini, hanno notato due giovani che stavano discutendo in maniera accesa. Scesi subito dalla volante per capire che cosa stesse accadendo, gli agenti hanno dapprima identificato un cittadino pakistano di 39 anni, che sembrava essere il più agitato.

L’uomo, infatti, ha pronunciato frasi sia straniere che in italiano che sono sembrate sconnesse. Nonostante continuasse ad inveire, i poliziotti hanno cercato di riportarlo alla calma, evitando conseguenze anche all’altro connazionale. Ripristinata la calma, i due si sono presentati in questura. Ma hanno continuato a litigare anche negli uffici di viale Otranto. Il 39enne ha minacciato l’altro cittadino straniero di morte, dicendo che gli avrebbe sparato.

Il personale delle due volanti, trovandosi nella flagranza del reato di minaccia, hanno proceduto alla perquisizione dell’auto del 39enne: all’interno, nella tasca dello sportello, una mannaia lunga 32 centimetri di cui 18 di lama, avvolta da un foglio di carta trattenuto con degli elastici. Il 39ene, intanto, è stato veniva condotto presso il pronto soccorso del “Vito Fazzi” per essere sottoposto ad accertamenti riguardo una sospetta intossicazione da sostanze. Effettivamente da questo esame si accertava che l’aggressore risultava positivo all’assunzione di cannabinoidi. Al termine degli accertamenti l’uomo è stato denunciato per minacce aggravate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia di morte il connazionale. Nell’auto una mannaia: denunciato

LeccePrima è in caricamento