Minaccia vendetta a una donna ma avrebbe dovuto già lasciare l’Italia: denunciato

Un uomo senegalese è stato fermato dai polizotti, nel centro di Lecce. Ha frantumato il vetro di una casa e si è ferito

Foto di repertorio

LECCE – Minaccia vendetta nei confronti di una donna e finisce nei guai per danneggiamento: identificato un ragazzo di origini senegalesi. Nel pomeriggio di ieri, infatti gli agenti della sezione volanti si sono recati in una via del centro cittadino, dove era stata segnalata una lite. La richiesta di aiuto da parte di  un uomo della Costa d’Avorio, che aveva saputo dell’intenzione, da parte di un conoscente senegalese, di volersi vendicare di qualcosa in danno di una amica comune. Tanto da raggiungere l’abitazione della donna, temendo per la sua incolumità.

Effettivamente, poco dopo, è giunto il cittadino senegalese che, all’improvviso, ha sferrato un pugno contro la finestra della porta d’ingresso frantumando il vetro e procurandosi anche un taglio alla mano. Ha persino lasciato tracce di sangue anche nelle immediate vicinanze dell’abitazione, per poi allontanarsi.

Nel frattempo è giunta la proprietaria dell’abitazione, una cittadina leccese che, dopo essere stata informata dell’accaduto, si è recata in questura per formalizzare una denuncia, spiegando di aver ospitato per un periodo di tempo il suo amico senegalese e che, tuttavia, aveva più volte allontanato a causa del suo comportamento aggressivo e violento, tanto che in un’occasione l’aveva anche picchiata, procurandole la frattura di un braccio. Da successivi controlli, il personale della questura ha potuto verificare che in passato il fermato aveva già fornito nomi differenti ed era stato sottoposto a decreto di espulsione. E’ stato pertanto indagato in stato di libertà per danneggiamento ed inottemperanza all’ordine del questore di lasciare il territorio nazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cocaina e sostanza da taglio disseminate in casa, insospettabile nei guai

  • Fuoristrada sospetto: nel doppiofondo della barca mezza tonnellata di droga dall’Albania

  • Psicosi da Covid-19: falso allarme, ma treno bloccato in stazione a Lecce

  • Rapina un uomo per una collana, ma a 100 metri ci sono i carabinieri: presa

  • Vende l’auto a una donna, poi pretende altri soldi: militari gli tendono un tranello

  • Dopo il tamponamento continua la marcia verso casa senza una ruota

Torna su
LeccePrima è in caricamento