Cronaca Monteroni di Lecce

Minacciano le ex compagne con una pistola e un coltello, due arresti nella notte

Un uomo di Monteroni, al culmine dell’ennesima lite famigliare, resa ancora più violenta dall’alcol, ha puntato contro la moglie una pistola, per fortuna a salve. Scenario simile a Casarano, dove un 52enne ha minacciato e sequestrato l'ex moglie con un coltello. Entrambi sono stati arrestati dai carabinieri

LECCE – Ieri notte, al culmine dell’ennesima lite famigliare, resa ancora più violenta dall’alcol, ha puntato contro la moglie una pistola, per fortuna a salve. Sul posto, uMARINOV MARIAN TODOROV 1-2n’abitazione ala periferia di Monteroni, sono intervenuti i carabinieri della locale stazione con i colleghi di San Pietro in Lama e del Norm.

I militari hanno arrestato in flagranza reato Marinov Marian Torodov, 38enne nullafacente, per maltrattamenti in famiglia aggravati e porto abusivo di pistola a salve. I carabinieri hanno trovato il poco distante dall’abitazione della donna. All’interno di un Doblò Fiat vi era, una pistola a tamburo con all’interno sei cartucce a salve calibro 9 millimetri, sottoposte a sequestro. Nel corso della perquisizione domiciliare i militari hanno scoperto altre 6 cartucce e una confezione contenente piombini da 5.52 millimetri, e un cilindro in metallo con avvitatura all’estremità.  Il 38enne, dopo le formalità di rito è stato trasferito nella casa circondariale di Lecce.

Scenario analogo a Casarano, dove i carabinieri hanno arrestato Rocco Cosimo De Liquori, 52 anni, per minacce aggravate, maltrattamenti in famiglia e sequestro di persona. Il 52enne si è presentato presso l’abitazione del coniuge (da cui si sta separando) e con un pretesto si è introdotto. Dopo averle puntato un coltello alla gola, le ha impedito sia di uscire di casa e di comuDE LIQUORI ROCCO COSIMO-2nicare con l’esterno sottraendole anche il telefono cellulare.

A salvare la donna il la circostanza che il sequestratore abbia ricevuto, dopo circa tre ore, una chiamata di lavoro sia stato costretto ad andava via permettendo alla vittima di chiedere aiuto. I carabinieri della compagnai di Casarano hanno subito iniziato le ricerche, rintracciando poco dopo l’uomo nei pressi dell’officina meccanica presso cui lavora.  Sottoposto a perquisizione il 52enne era in possesso di due coltelli, uno da cucina e uno da sub, che sono stati sequestrati. Su disposizione del magistrato di turno l’uomo è stato arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacciano le ex compagne con una pistola e un coltello, due arresti nella notte

LeccePrima è in caricamento