Cronaca

Autocertificazioni: uno non la vuole fornire, l'altro dà motivazioni false

Le denunce dei carabinieri per episodi avvenuti a Minervino di Lecce e Giuggianello. In un caso l'uomo si è allontanato

LECCE – Si rifiuta di fornire l’autocertificazione e si allontana nel pieno del controllo. Identificato, alla fine è stato rintracciato e denunciato dai carabinieri della stazione di Minervino di Lecce. Si tratta di D.G.S., 50enne. L’uomo era stato fermato alle 13,45 del 26 marzo scorso dentro Minervino, per un controllo di routine da parte della pattuglia della stazione locale.

Per prima cosa, i carabinieri gli hanno chiesto i documenti, ma a quanto pare l’uomo si sarebbe rifiutato di fornire indicazioni sulla propria identità. Allo stesso modo, non avrebbe inteso compilare l’autocertificazione giustificativa del suo spostamento all’interno del comune, finendo per allontanandosi arbitrariamente dal luogo di controllo. Una vicenda per la quale, ora, gli è arrivata la denuncia a piede libero.

E sempre un’autocertificazione è al centro di un’altra vicenda, accaduta a Giuggianello, dove i carabinieri della stazione di Muro Leccese hanno denunciato a piede libero T.M.L., 19enne. Fermato alle 23,50 circa del 7 aprile e controllato mentre era alla guida della propria autovettura, il giovane aveva rilasciato ai militari un’autocertificazione relativa allo spostamento in orario non consentito la cui motivazione, da successivi accertamenti, è risultata falsa. Al 19enne è stata di conseguenza contestata la violazione per il mancato rispetto dell'obbligo di permanenza presso l'abitazione dalle 22 alle 5, come stabilito dal Dpcm nell’ambito delle misure anticovid.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autocertificazioni: uno non la vuole fornire, l'altro dà motivazioni false

LeccePrima è in caricamento