rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Neviano

Bottiglia incendiaria contro i carabinieri di Neviano: fermati due minorenni

Le indagini hanno portato i militari a identificare un ragazzino di 14 anni e un secondo neppure 18enne. Sono ritenuti i presunti responsabili del gesto di giovedì sera, all’esterno della caserma dell'Arma

NEVIANO – Ore di convulse indagini che hanno portato, in breve tempo, a due minorenni. Uno non ha neppure 18 anni, l’altro appena 14: sono i due ragazzi fermati individuati dai carabinieri e ritenuti i presunti autori del lancio della molotov di giovedì sera, contro la caserma di Neviano.

Si tratta di due giovanissimi del luogo, entrambi incensurati, identificati grazie alle videocamere di sorveglianza  installate in tutta l’area. Già alcuni fotogrammi, negli istanti successivi all’intervento delle forze dell’ordine, erano finiti nelle mani dei militari: in una scena, ben visibile, la presenza di un individuo.  I due, identificati, sono stati segnalati presso la Procura della Repubblica dei minori di Lecce.

La correlazione con il blitz antimafia di qualche giorno prima, che ha visto coinvolto anche il comune nevianese e un suo amministratore, sembra dunque allontanarsi al momento, lasciando il posto all'ipotesi di una pesante bravata.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bottiglia incendiaria contro i carabinieri di Neviano: fermati due minorenni

LeccePrima è in caricamento