Cronaca

Misterioso attentato: ignoti piazzano ordigno contro la vetrata di Mebimport

L'allarme è scattato, dopo la deflagrazione, e sul posto sono intervenute le guardie giurate di un istituto di vigilanza privato, che hanno avvisato la proprietà. Del tutto sconosciuto il movente del gesto. Indagini in corso

Foto di Antonio Quarta (tutti i diritti riservati).

 

LEVERANO – Un ordigno rudimentale di media entità è stato fatto esplodere davanti agli uffici della Mebimport di Leverano, società specializzata nella distribuzione di bevande, amministrata da Maurizio Zecca, presidente della sezione Federalimentare di Confindustria. La sede amministrativa sorge sulla provinciale che conduce a Nardò, in una zona periferica del comune. L’ordigno è stato piazzato poco dopo le 21,30 di martedì, ma la notizia s’è appresa solo nelle ultime ore.

Ignoti hanno presumibilmente scavalcato il muro di cinta dell’azienda, dopo che tutto il personale era ormai uscito, piazzando la bomba carta davanti ad una vetrata, che è andata in frantumi. I primi ad accorgersi di quanto avvenuto sono stati i vigilanti di un istituto privato. L’allarme, infatti, è scattato, dopo l’esplosione, facendo giungere una pattuglia.

La vigilanza ha immediatamente avvertito la proprietà. Al momento non sono chiari i motivi che hanno spinto qualche ignoto malvivente a pianificare e portare a termine quest’attentato. Indagano le forze dell’ordine.     

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Misterioso attentato: ignoti piazzano ordigno contro la vetrata di Mebimport

LeccePrima è in caricamento