Misterioso furto nell’Istituto vendite giudiziarie: scompaiono 25mila euro e assegni

L'episodio scoperto poco prima delle 8, negli uffici del rione Salesiani. I ladri sono entrati da una porta finestra

La sede dell'Ivg, a Lecce.

LECCE – Un furto lampo che è valso ai ladri un bottino da 25mila euro. Un misterioso furto è avvenuto nelle scorse ore in città, ai danni della sede dell’Istituto vendite giudiziarie, una società amministrata da soci accomandatari che si occupa della gestione dei beni immobili e mobili sottoposti a vincoli fallimentari. Scoperto soltanto questa mattina, poco prima delle 8, il piano dei malviventi potrebbe essere stato  messo a segno anche diverse ore prima, già a partire dalla serata di ieri I ladri si sono introdotti negli uffici di via Michele Viterbo, nei pressi del rione Salesiani, attraverso una porta finestra in alluminio posta sul retro dell’edificio, che si affaccia su un giardinetto pubblico.

Una volta all’interno, non hanno prelevato nient’altro: hanno arraffato direttamente i contanti custoditi all’interno di un cassetto e alcuni assegni, dopo aver messo a soqquadro un paio di uffici. La somma di 25mila euro era quella che, incassata nella giornata di venerdì, sarebbe dovuta essere depositata in banca nella mattinata di domani.  Ma qualcuno, evidentemente, ne era a conoscenza e ha deciso di giocare d’anticipo. Sono state fatte intervenire subito le forze dell’ordine, per denunciare quanto accaduto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I rilievi sono stati eseguiti dagli agenti di polizia della sezione volanti, assieme ai colleghi della scientifica. Al momento, non è stata rinvenuta alcuna traccia significativa del passaggio dei malviventi. Ma, una volta ascoltati i dipendenti ed eventuali testimoni, non è escluso che il personale della questura riesca a risalire ai volti e ai nomi dei responsabili. Questi ultimi, peraltro, potrebbero essere stati immortalati dalle videocamere di sorveglianza delle abitazioni dell’isolato.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

  • Finanziamenti con documenti falsi, al terzo tentativo scattano le manette

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento