menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'auto danneggiata a Surbo.

L'auto danneggiata a Surbo.

Misterioso ritrovamento nella zona industriale: un'auto crivellata di proiettili

La scoperta nel pomeriggio di domenica, fra Lecce e Surbo: la Punto, intestata a un cittadino residente a Bari, con sette fori sulla carrozzeria provocati da un’arma da fuoco

SURBO – Misterioso ritrovamento a Surbo: l’auto di un cittadino residente a Bari crivellata di colpi d’arma da fuoco. La scoperta nel pomeriggio di domenica in via Belgio, nella zona industriale al confine col territorio leccese e nei pressi dello stabilimento Fiat Allis. Una Punto, intestata a un 39enne nato ad Acireale e residente nel capoluogo pugliese, è stata infatti notata da una guardia giurata di un istituto di vigilanza che si trovava in quel tratto di passaggio.

Scorgendo i fori sulla carrozzeria del veicolo, il vigilante si è rivolto alla sala operativa del 112. I carabinieri della sezione operativa della compagnia leccese sono giunti sul posto per eseguire un sopralluogo: hanno effettivamente constatato la presenza di sette fori in più punti del veicolo, privo delle ruote anteriori, senza motore e con all'interno pezzi di altre vetture. Non è stato effettuato ancora alcun esame balistico per risalire al calibro dei proiettili indirizzati al mezzo  e non si conosce neppure da quanto tempo la vettura fosse parcheggiata in quel punto, né il motivo. Nessun bossolo è ritrovato nelle vicinanze, soltanto un'ogiva dentro l'abitacolo.

L’auto è intestata al 39enne barese, che ha alle spalle soltanto un piccolo precedente per inosservanza dell’obbligo di istruzione elementare. Non risulta da parte sua alcuna denuncia di furto del veicolo, ma non è escluso che questo possa essere stato prestato a un conoscente o, ancora più probabile, che fosse in uso da diverso tempo a qualcun altro. È stato intanto sottoposto a sequestro dai militari, guidati dal tenente Umberto Cerracchio, in attesa di una perizia nei laboratori dell’Arma.

Gli inquirenti hanno cercato le videocamere di sorveglianza installate nella zona industriale, al confine trai due territori comunali di Surbo e Lecce. Oltre ai filmati da visionare, i carabinieri avranno da ascoltare il titolare dell’autovettura sperando di ottenere risposte utili sull’utilizzo del veicolo: quest’ultimo potrebbe essere stato ceduto senza aver formalizzato un passaggio di proprietà, per poi essere utilizzato per compiere reati. O essere stato lasciato sul posto a mo' di avvertimento nei confronti di qualcuno. Scenari plausibili sui quali gli uomini dell’Arma sono ora al lavoro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento