Moglie, marito e suocera. Famiglia col vizio del furto

Sarebbero gli autori di una serie di furti a catena di elettrodomestici nei supermarket leccesi. Denunciati i componenti di una famiglia di Lizzanello. Nei guai anche un quarto uomo per ricettazione

"Per arredare la tua casa come piace a te", recitava fino a qualche tempo addietro un noto claim pubblicitario, di quelli martellanti. Una famigliola di Lizzanello doveva aver preso alla lettera il messaggio. Ma senza passare dalla cassa. Razzie di elettrodomestici, di ogni genere, sarebbero stati eseguiti fin da quest'estate da marito, moglie e pure dalla suocera. Una volta tanto alleata, come non accade nelle barzellette, dove solitamente è il nemico pubblico numero uno. Ma questa, sebbene possa apparire una vicenda dai toni quasi surreali, non è affatto una storiella per ridere. Tutto vero. I tre sono sospettati dai carabinieri della compagnia di Lecce di essere gli autori di una serie di furti a catena in alcuni supermercati di Lecce e del circondario. Dai quali avrebbero preso oggetti di un certo valore. Ora rispondono di furto aggravato in concorso. Nei guai è finita anche una quarta persona, sospettata di ricettazione. Avrebbe acquistato merce rubata, ma la sua posizione è più sfumata.

Il gruppo si sarebbe dunque specializzato nel furto di elettrodomestici: televisori, videoregistratori e lettori dvd sottratti con una certa destrezza, e senza usare metodi fantascientifici. Tecnica semplice, riferiscono gli stessi militari: prelevavano gli elettrodomestici (e non certo oggetti minuscoli, da mettere in tasca) e con disinvoltura uscivano dal varco di entrata, dove non vi sono i rilevatori dell'"uscita senza acquisti". Senza neanche curarsi della vigilanza. Ad operare sarebbero state le due donne, attese all'esterno dall'uomo, che le accompagnava sul luogo del misfatto. Le indagini sono partite da una recente denuncia del responsabile del supermercato "Gs", che sorge accanto al CityModa, presentata alla stazione carabinieri di Lecce. Una denuncia circostanziata, in cui veniva indicato come due donne, entrate all'interno del supermercato, ne sarebbero di lì a poco uscite con un computer utilizzando lo stratagemma della corsia di ingresso. Rincorse dalle commesse, avevano dovuto desistere, lasciando il pc per terra e fuggendo in auto. L'intervento dei carabinieri, nell'occasione, ha consentito di rilevare il numero di targa e risalire ai proprietari. La visione dei filmati del sistema di video-sorveglianza del supermercato ha fatto il resto: è stato possibile e riscontrare in modo inequivocabile come le donne in questione corrispondevano a quelle fuggite in auto.

Nel corso delle indagini, sono poi emersi altri particolari. Ovvero la scoperta di altri episodi di furto perpetrati con tecnica analoga ai danni di altri supermercati del capoluogo e dell'hinterland. Uno all'Iperstanda sulla via per San Cesario di Lecce, dove settembre era stato rubato un televisore Lcd 32 pollici di marca Lg. Altri tre furti erano stati sempre consumati al Gs accanto al CityModa: uno sempre a settembre e, prima ancora, due ad agosto. Svaniti, nel complesso, due televisori ed un lettore Dvd. In quei casi, ad attendere la presunta ladra in auto sarebbe stato il marito.

Dopo gli accertamenti, sono scattate le perquisizioni da parte dei carabinieri delle stazione di Lecce, Cavallino e di Lizzanello. E' in quest'ultimo comune che la famiglia risiede. E qui sono spuntati, come per "magia", gli elettrodomestici spariti, che sono stati sequestrati. Al termine del processo saranno restituiti ai legittimi proprietari. Un quarto uomo, sempre di Lizzanello, è stato denunciata per ricettazione. Avrebbe acquistato uno dei televisori rubati dalla famigliola, al prezzo di 250 euro. A queste indicazioni i militari sono giunti al termine delle perquisizioni eseguite, anche su indicazione degli stessi presunti ladri. Dovrà rispondere di ricettazione, sebbene se al momento il televisore non sia stato trovato.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripresa del virus in provincia di Lecce: 33 i positivi, tra questi bimbo di 4 mesi

  • Schianto frontale in moto contro un'auto: muore 54enne, grave una donna

  • Trascina la figlia per l'orecchio, i clienti del bar si ribellano e finisce a botte

  • Coronavirus in Puglia: nove positivi, cinque nel Salento fra cui anziano di una Rsa

  • Sospetta violenza sessuale: 20enne con forti dolori denuncia stupro

  • Covid-19, venti nuovi positivi in Puglia. Quattro in provincia di Lecce

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento