Molestato dal suo ex, un incubo finito con l'arrivo di una volante

Ai domiciliari un 32enne leccese. Messaggi, telefonate, minacce, appostamenti: era ossessionato dal giovane con cui aveva avuto una relazione mesi prima

Foto di repertorio.

LECCE – L’aggancio su Facebook, l’amicizia che si trasforma in qualcosa di più, poi la richiesta d’interrompere la relazione. Nulla da fare. Per un 32enne leccese, quel ragazzo era un’ossessione. Tanto da seguirlo, appostarsi, telefonare di continuo, inviare messaggi.

Un molestatore in piena regola, che non s’è schiodato dal marciapiede nemmeno quando, ieri sera, la vittima delle continue persecuzioni ha chiamato la polizia. Tanto che gli agenti di una volante non solo hanno trovato il 32enne (peraltro già noto) ancora lì, ma questi avrebbe anche spiegato di voler parlare a ogni costo con il suo ex.

In effetti, la chiamata al 113 era arrivata poco prima alla centrale operativa della questura dal giovane proprio perché il 32enne stava suonando con insistenza al citofono di casa. Dalla porta il poveretto è uscito solo quando ha visto gli agenti. Ha così spiegato di aver avuto in precedenza una relazione sentimentale con il molestatore, terminata, però, ormai da diverso tempo. Senza che questi si fosse arreso.

Ma c’è di più. Già a settembre, su richiesta del giovane, era stato inflitto un ammonimento del questore a carico del 32enne. Senza evidentemente sortire effetto. Così, ieri si è passati al cartellino rosso. Ovvero, all’arresto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Va detto che la vittima sarebbe oggetto di atti persecutori sin dall’inizio della relazione, nata dopo una conoscenza su Facebook, dove il 32enne, usando uno pseudonimo, lo avrebbe convinto a incontrarlo. La relazione sentimentale sarebbe durata alcuni mesi. Ma, alla richiesta d’interrompere tutto, sarebbe iniziata una vera e propria attività di stalking, con chiamate e messaggi, anche dal contenuto minaccioso, oltre ad appostamenti persino nei pressi di casa dei genitori del giovane. Un incubo. E ora, anche alla luce del precedente ammonimento non rispettato, il 32enne si trova agli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento