Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Molestie all'ex convivente nonostante divieto di avvicinamento, a processo

Pedinamenti e appostamenti ovunque, anche in spiaggia e sotto casa, nonostante un divieto di avvicinamento già emesso dall'autorità giudiziaria. Presunto protagonista della vicenda un 61enne di Carmiano che avrebbe molestato l'ex convivente e sua figlia

LECCE – Pedinamenti e appostamenti ovunque, anche in spiaggia e sotto casa, nonostante un divieto di avvicinamento già emesso dall’autorità giudiziaria. Presunto protagonista della vicenda un 61enne di Carmiano che avrebbe molestato l’ex convivente e sua figlia.

L’uomo, dopo la fine della relazione che l’aveva legato alla donna, avrebbe continuato a perseguitarla, sorvegliando ogni minimo spostamento. Un vero incubo per le presunte vittime, costrette modificare radicalmente le proprie abitudini. In un’occasione, secondo l’ipotesi accusatoria, si sarebbe arrampicato sul cancello dell’abitazione della donna e avrebbe iniziato a fissare la ragazza.

I fatti contestati sarebbero avvenuti tra maggio e luglio del 2012. Il pubblico ministero Stefania Mininni, titolare del procedimento, ha chiesto il rinvio a giudizio del 61enne per stalking. Oggi il gup Giovanni Gallo ha disposto il giudizio per l’imputato. Il processo si aprirà il prossimo 8 luglio dinanzi al giudice monocratico Michele Toriello. L'imputato è assistito dagli avvocati Massimo Bellini ed Elvia Blemonte. Le parti civili dall'avvocato Cristiano Solinas.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Molestie all'ex convivente nonostante divieto di avvicinamento, a processo

LeccePrima è in caricamento