menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Molestie dall'amico di famiglia? La 16enne conferma le accuse al gip

Ha confermato le accuse nei confronti del suo presunto molestatore, nel corso dell'incidente probatorio. La presunta vittima, una ragazza 16enne di Lecce, ha raccontato di aver subito le molestie da parte di un amico di famiglia

 

LECCE – Ha confermato le accuse nei confronti del suo presunto molestatore, nel corso dell’incidente probatorio che si è tenuto questa mattina dinanzi al gip Carlo Cazzella. La presunta vittima, una ragazza 16enne di Lecce, ha raccontato al giudice di aver subito le molestie da parte di un amico di famiglia, un uomo di mezza età, che avrebbe cercato di violentarla. Un´aggressione che, seppur non sfociata in un rapporto completo, sarebbe stata poi accertata dai sanitari dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, dove la ragazza si recò, a fine luglio scorso, accompagnata dalla madre. La donna, però, avrebbe rifiutato di firmare la denuncia presso il posto fisso di polizia del nosocomio salentino. L´inchiesta è partita lo stesso, d´ufficio, con una denuncia a carico della donna, iscritta nel registro degli indagati, con i fratelli della 16enne, con l’accusa di favoreggiamento.

Inizialmente, infatti, la presunta vittima, sentita dal magistrato titolare del procedimento, il sostituto procuratore Carmen Ruggiero, avrebbe dichiarato che sarebbe stata proprio la madre a cercare di convincerla a ritirare le accuse. Una tesi, però, smentita dalla ragazza nel corso dell’incidente probatorio, in cui ha anche spiegato che i fratelli non erano a conoscenza dell’episodio.

Sembra dunque aggravarsi la posizione dell’indagato che, approfittando del fatto che la ragazza era sola in casa, l’avrebbe raggiunta con la scusa di ripararle il personal computer. L’uomo, un cinquantenne, avrebbe cercato di bloccare la 16enne tentando di abusare di lei, fino a quando non è riuscita a divincolarsi e a fuggire. Le dichiarazioni della presunta vittima saranno ora acquisite nel fascicolo d’indagine. La posizione del presunto molestatore, così come quella dei familiari della ragazza, è al vaglio degli inquirenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento