La picchiava da tempo: 37enne non potrà più avvicinarsi alla casa della vittima

Un uomo tunisino, residente nell’hinterland leccese, sottoposto alla misura da parte della squadra mobile

Gli uffici della questura leccese.

LECCE – Dopo l’ennesima, violenta sfuriata del marito, la donna è finita in ospedale con alcune ferite. E, a quel punto, ha raccontato tutto quanto alle forze dell’ordine. La sequenza di maltrattamenti, nel tempo,  non si ripresenterà: l'ex compagno, d’ora in poi, non potrà più avvicinarsi alla sua abitazione. 

Gli agenti della squadra mobile leccese, nella giornata di martedì, hanno notificato a un 37enne tunisino residente nell’hinterland leccese, la  misura cautelare dell’allontanamento dall’abitazione familiare, con la prescrizione del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima. L’uomo, secondo i riscontri a disposizione degli investigatori, avrebbe ripetutamente maltrattato e percosso la compagna, facendo leva sul silenzio e sullo stato di sottomissione della donna che non ha mai trovato il coraggio di denunciare.

Il ricorso alle cure mediche del pronto soccorso dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, a cui è stata costretta la malcapitata nei giorni precedenti, dopo l’ennesima violenza subita, l’ha però spinta a raccontare tutto quanto agli agenti. I successivi accertamenti del personale della questura ha poi determinato, per il 37enne tunisino, il provvedimento della misura cautelare emessa dal Tribunale di Lecce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge grosso cane che attraversa la via e finisce su un muro: grave 21enne

  • Breve temporale, ma il fulmine si abbatte sulla casa: impianto elettrico fuori uso

  • Eroina, cocaina e marijuana: tre arresti, segnalati i due acquirenti

  • Quell'auto sospetta agganciata più volte. Ed è una sfida ad alta velocità

  • Salento in lutto per la perdita di Luigi Russo, protagonista di lotte per ambiente e diritti

  • Ruba offerte e collanina, poi urina sull’altare: denunciato dopo un controllo nel “compro oro”

Torna su
LeccePrima è in caricamento