Cronaca

Molestie sessuali al bimbo e al cane, condannato 68enne

L'uomo si proclama innocente. Un testimone avrebbe visto una persona vestita in modo diverso, rispetto a quanto dichiarato dal bambino. Si farà ricorso in appello. I fatti avvenuti a Nardò nel 2010

tribunaledilecce-83

LECCE - Palpeggiamenti su un bambino di 12 anni e non solo: anche sul suo cane. Un interesse a dir poco morboso, quello di un 68enne di Nardò, che è stato condannato a due anni e otto mesi dal gup Antonia Martalò con l'accusa di violenza sessuale aggravata. Il procuratore aggiunto Antonio De Donno aveva chiesto per l'imputato una condanna a quattro anni di carcere.

L'episodio risale al marzo dello scorso anno. Secondo la ricostruzione dell'accusa, l'uomo si sarebbe avvicinato al bambino per caso, mentre il piccolo ancora vicino al portone di casa; al guinzaglio il suo cagnolino. Il 68enne gli si sarebbe avvicinato proprio con il pretesto di fare alcune carezze (alquanto insolite) alla bestiola, per commettere lo stesso gesto nei confronti del bambino. Il 68enne avrebbe anche tentato di baciare il bambino, ma il 12enne è riuscito a sottrarsi alle sue attenzioni ed andare via. Una volta a casa, il piccolo ha raccontato l'accaduto ai suoi genitori, che si sono rivolti immediatamente ai carabinieri della locale stazione, i quali hanno avviato subito le indagini.


L'imputato, difeso dall´avvocato Ezio Maria Tarantino, si proclama innocente. Il bambino, infatti, ha raccontato che il suo molestatore era vestito di nero ed indossava un papillon. A detta di un passante, invece, lo sconosciuto indossava un vestito grigio. Già annunciato il ricorso in appello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Molestie sessuali al bimbo e al cane, condannato 68enne

LeccePrima è in caricamento