rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Specchia

“Molestò la sposa durante la festa”, imputato il testimone dello sposo

Si aprirà il 10 dicembre il processo con rito abbreviato “condizionato” nei riguardi di un 26enne di Corigliano d’Otranto accusato di violenza sessuale per l’episodio avvenuto lo scorso 29 maggio in un ristorante a Specchia. I festeggiamenti nuziali finirono in bagarre

SPECCHIA - E’ accusato di aver molestato la sposa che poco prima aveva promesso amore eterno proprio all’amico, di cui era testimone.

Ora sarà un processo a stabilire se un 26enne, originario di Tricase ma residente a Corigliano d’Otranto, si sia davvero reso responsabile del reato (violenza sessuale) mosso dall’inchiesta condotta dal pubblico ministero Luigi Mastroniani, a seguito della denuncia sporta dalla coppia.

Lo ha stabilito questa mattina, il giudice Michele Toriello che, al termine dell’udienza preliminare per discutere la richiesta di rinvio a giudizio, ha accolto l’istanza del giovane di essere giudicato col rito abbreviato condizionato dall’ascolto di due testi e dalla documentazione prodotta dall’avvocato difensore Walter Gravante.

Al vaglio del gup, il prossimo 10 dicembre, finirà l’episodio avvenuto in un ristorante a Specchia, lo scorso 29 maggio.

Stando a quanto emerso dalle indagini, durante il pranzo nuziale, il 26enne avrebbe raggiunto la sposa al bancone del bar e dopo averle cinto il dorso con le braccia, avrebbe allungato le mani più volte sul suo seno.

In aula, finiranno due filmati che potrebbero rivelarsi utili a ricostruire in modo fedele la vicenda. Ne è convinto il difensore del 26enne, secondo il quale da uno di questi, emergerebbe come la ragazza il giorno dopo parlò del matrimonio senza fare cenno alle presunte molestie subite.

Certo è che quello che avrebbe dovuto essere un giorno di festa finì in bagarre: il testimone fu picchiato, come si vede in un video diventato virale sui social e prodotto oggi dal difensore, insieme a quello già menzionato.Tra la documentazione arrivata sulla scrivania del giudice anche alcuni messaggi scambiati tra la sposa e la moglie dell’imputato e la denuncia per lesioni aggravate sporta dal testimone nei riguardi dello sposo che gli avrebbe provocato frattura delle vertebre lombari e sacrali.

Anche il fratello del 26enne sarebbe stato aggredito con una bottiglia di vetro alla testa, riportando un trauma cranico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Molestò la sposa durante la festa”, imputato il testimone dello sposo

LeccePrima è in caricamento