“Autocertificazione?” Minaccia i carabinieri e dopo investe pure un anziano 80enne

A Montesano Salentino arrestato un 34enne che del controllo non voleva proprio saperne. Così, ha provato ad allontanarsi, per poi inveire contro malcapitato uscito in strada dopo aver sentito trambusto e travolgerlo con il suo scooter

MONTESANO SALENTINO – Non voleva proprio saperne del controllo dei carabinieri. Anzi, invece di esibire i documenti e fornire una certificazione valida del motivo per cui si trovasse a spasso, in scooter, ha pensato bene di ripartire, non senza il tocco di colore di una minaccia di morte ai militari, per poi non trovare di meglio da fare che inveire pure contro un malcapitato 80enne, uscito da casa dopo aver sentito il trambusto in strada, arrivando persino a investirlo, spedendolo in ospedale. ""

Da una potenziale contravvenzione per non aver rispettato il decreto del presidente del Consiglio per contenere l’emergenza Covid-19, così, Fausto De Matteis, 34enne, s’è ritrovato in guai molto più seri. Perché è finito in arresto per resistenza a pubblico ufficiale ed è stato ulteriormente denunciato per violenza o minaccia a pubblico ufficiale, oltraggio a pubblico ufficiale e porto di armi o oggetti atti a offendere (sì, perché aveva pure un tirapugni). Senza dimenticare l’inosservanza ai provvedimenti dell’autorità e l’eventuale denuncia di parte per lesioni che potrebbe fare l’anziano travolto, una volta dimesso.

Prima le minacce, poi la fuga

Il fatto è avvenuto mercoledì 25 marzo a Montesano Salentino, in via Stazione. L’arresto è stato poi convalidato dal giudice per le indagini preliminari Edoardo D’Ambrosio, che ha anche confermato i domiciliari ai quali era stato sottoposto fin da subito.   

A bloccare De Matteis sono stati i carabinieri della stazione di Specchia, nel corso di uno dei tanti controlli di questi giorni ai cittadini in circolazione, proprio per verificare se abbiano motivi validi per lasciare le proprie abitazioni, in questo momento così delicato in cui è oltremodo necessario contenere la diffusione del nuovo ceppo di coronavirus.

Quando, però, si sono imbattuti nel 34enne in scooter, invece di ricevere un’autocertificazione, hanno subito una raffica di parole poco carine al loro indirizzo, prima che ripartisse come nulla fosse. E, prima ancora che i carabinieri stessi potessero materialmente mettersi all’inseguimento, a circa 50 metri l’uomo si è imbattuto nell’anziano che, incuriosito dalle urla di minaccia rivolte ai militari, era appena uscito in strada per capire cosa stesse accadendo e magari fornire il proprio aiuto.

Inversione di marcia e anziano travolto

Ebbene, non solo, anche il poveretto ha dovuto subito ingiurie e minacce, ma gli è andata pure peggio, perché, dopo che De Matteis ha invertito la direzione di marcia, l’ha pure travolto con una certa violenza. Ferendolo, ma cadendo a sua volta per terra. L’esagitato e l’80enne sono stati così raggiunti a piedi dai carabinieri, che hanno prestato soccorso a entrambi, chiamando il 118.

L’80enne è stato trasportato in ospedale, a Scorrano, per le cure del caso. Mentre De Matteis è stato trascinato in caserma e perquisito. Aveva un tirapugni anellare di metallo con lama di 3 centimetri, che è stato sequestrato. Dulcis in fundo, il 34enne è stato anche contravvenzionato, visto che sprovvisto di patente, già ritirata. Sotto sequestro pure lo scooter, mentre lui è finito in arresto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi frode col gasolio agricolo, undici arresti e 64 indagati

  • Anziana madre non ha sue notizie da giorni e chiede aiuto: 49enne trovato senza vita

  • Militari attendono cassiera a fine turno: addosso parte dell’incasso, sospetti ammanchi per 50mila euro

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • Coronavirus “sensibile” ai fattori ambientali: studio di un fisico su temperatura ed escursioni termiche

Torna su
LeccePrima è in caricamento