Cronaca

Monumento per vita contro le stragi: fiume di adesioni

Dopo il sì del Comune di Campi Salentina arrivano i pareri favorevoli dei sindaci di Squinzano, Leverano, Ugento e Miggiano, Poggiardo, Sogliano Cavour. Tutti concordi all'iniziativa di Confindustria

Dopo il primo sì del Comune di Campi Salentina arrivano i pareri favorevoli dei sindaci di Squinzano, Leverano, Ugento e Miggiano, Poggiardo, Sogliano Cavour, Veglie, Salice. Tutti concordi ad aderire fattivamente alla proposta di Giovanni Lagioia, presidente della sezione comunicazione di Confindustria Lecce, utilizzare carcasse d'auto e lamiere ormai devastate da scontri automobilistici per creare "Monumenti alla vita", che siano da monito per gli imprudenti. Creazioni "artistiche" da piazzare in punti particolarmente pericolosi, magari sui rondò. Intanto l'amministrazione comunale di Campi salentina ha deciso di installare il "Monumento per la vita" come da proposta di Confindustria Lecce. "Il Comune di Campi Salentina - dice l'assessore alla Cultura Ilio Palmariggi- aderendo alla proposta del presidente della Sezione Comunicazione di Confindustria Lecce, Giovanni Lagioia, ha già individuato, nel grande rondò in via di completamento sulla Lecce-Campi il sito dove posizionerà la carcassa di un'auto oggetto di un incidente stradale mortale. Il luogo, in passato, è stato teatro di numerosi incidenti stradali anche mortali e l'arteria interessata al posizionamento del "Monumento per la vita" è attraversata, ogni giorno, da migliaia di veicoli che, entrando ed uscendo, da Campi Salentina, provengono e si dirigono nelle province di Taranto e Brindisi (in particolare Manduria, San Pancrazio, San Donaci). L'abbiamo, quindi, ritenuto il posto più appropriato".

"Apprendo dell'ottima iniziativa di Confindustria Lecce Un monumento per la vita - dice il sindaco di Squinzano Giovanni Marra - e quindi parteciperò ben volentieri alla riunione che si convocherà nei prossimi giorni per costruire insieme l'iniziativa anche nel mio Comune. Inoltre tengo a congratularmi con il presidente della Sezione comunicazione, Giovanni Lagioia, e con l'Associazione degli imprenditori salentini per la continua vicinanza a problematiche così importanti e serie come quella delle stragi sulle nostre strade, da subito non posso che aderire al progetto, ritenendolo di grande impatto psicologico e di sicuro successo".

Anche il sindaco di Leverano Cosimo durante dà il pieno appoggio all'iniziativa: "Ho appreso, dai media, dell'iniziativa di Confindustria Lecce, Un monumento per la vita e mi congratulo con il presidente della Sezione Comunicazione, Giovanni Lagioia, per aver lanciato questo importante progetto che mi sento di sottoscrivere da subito, augurandomi che possa incidere sulla psicologia soprattutto dei giovani guidatori. Nelle prossime ore - aggiunge - parteciperò alla riunione che si sta per convocare nella quale saranno delineati modalità e tempi di inizio dell'iniziativa. Ritengo utilissimo che Enti pubblici, istituzioni ed imprenditoria si mettano insieme, attivamente, per cercare di arginare le tragedie della strada. Anche Leverano - conclude il primo cittadino - continuerà ad essere parte attiva in questa battaglia di forte senso civico, tenuto conto che, circa due mesi fa, è stata inaugurata una piazza con l'allocazione di una statua raffigurante "La pietà" dedicata alle vittime della strada e realizzata grazie all'opera dell'associazione "Allacciati alla vita" presieduta dal consigliere comunale Sandro Leone, che da diversi anni svolge opera importante di sensibilizzazione e che l'amministrazione comunale ha da sempre voluto, con convinzione, sostenere".

Sì all'iniziativa anche dal primo cittadino di Ugento, Eugenio Ozza, che invia ufficiale adesione al progetto Un monumento per la vita lanciato da Confindustria Lecce, ritenendolo un utile deterrente contro le tragedie stradali che purtroppo continuano ad insanguinare le strade salentine. Adesione anche per Miggiano dal sindaco Antonio Del Vino.

"Accolgo con favore la proposta del presidente della Sezione Comunicazione di Confindustria Lecce, Giovanni Lagioia, di installare le carcasse d'auto distrutte negli incidenti stradali su alcune arterie stradali della provincia di Lecce. Personalmente vivo con dolore le tragiche notizie che, purtroppo, si susseguono di giorno in giorno -- dice il sidaco di Poggiardo Silvio Astore - perché è importante realizzare qualcosa che sia da deterrente per chi schiaccia troppo l'acceleratore, per chi si distrae, per chi non usa la dovuta prudenza e cautela. Bisogna comprendere che si rischia la propria e l'altrui vita e questo è inconcepibile. Quello del Monumento per la vita - spiega - può senz'altro essere l'inizio di un percorso che ci porti a ridurre e, mi auguro, eliminare questa terribile mattanza. Anche Poggiardo, quindi, aderisce con convinzione alla proposta di Confindustria Lecce. Da genitore vivo con apprensione queste "calde" notti d'estate. Vorrei invitare tutti i giovani a vivere una vita più naturale, semplice . La felicità non arriva attraverso l'uso di sostanze particolari come alcool, droga etc., ma va ricercata nei rapporti veri, umani. Non vogliamo più piangere morti inutili. Diciamo sì alla vita".

Anche Sogliano Cavour aderisce all'iniziativa di Confindustria Lecce. "Sin da ora -dice il primo cittadino Salvatore Polimeno - mettiamo a disposizione un'aiuola nel crocevia sulla strada Cutrofiano-Galatina. Sono convinto che possa essere un monito per tutti. Tutti, infatti, ad iniziare dai più giovani, guardando il Monumento per la vita vedranno concretamente ciò che queste terribili tragedie possono provocare. Un grazie a Confindustria Lecce per l'ottima idea".

"Aderisco in pieno all'iniziativa di Confindustria Lecce, che ritengo valida poiché sensibilizzerà le persone che guidano ad una maggiore prudenza e ad un maggior rispetto delle regole". E' quanto afferma il sindaco di Veglia Fernando Fai. "Spesso, purtroppo, ci dimentichiamo di cosa può accadere sulle strade. Simboli come questi possono essere un vero e proprio monito per tutti noi che quotidianamente siamo per strada e che spesso diamo responsabilità alle strade e non alla nostra velocità. Approfitto dello spunto per sottolineare come tutti i Comuni, ma soprattutto la Provincia e lo Stato per ciò di sua competenza, dovrebbero abbattere tutti quegli alberi che, come peraltro previsto dal codice della strada, dovrebbero essere posizionati ad una certa distanza dalla strada ed invece sono troppo vicini. Alberi che troppo spesso, purtroppo, sono causa di morti evitabili". Appoggia lì iniziativa anche il sindaco di Salice Donato De Mitri: "Apprendiamo della bella iniziativa di Confindustria Lecce Un monumento per la vita e aderiamo, sicuri che possa rappresentare un monito forte alla prudenza".


All'indomani della proposta del presidente della comunicazione di Confindustria Lecce, Giovanni Lagioia, di porre sulle strade a maggior rischio di incidenti le carcasse di auto distrutte, adesione anche della neo costituita Sezione Concessionarie d'auto di Confindustria Lecce che, per il tramite del suo presidente, Carlo De Jaco, fa le proprie riflessioni. "Ritengo validissima l'iniziativa del collega Lagioia che sicuramente farà riflettere tutti i guidatori a cominciare dai più giovani - -sostiene De Jaco. E aggiunge: "Le concessionarie d'auto saranno al fianco di questa iniziativa, sicuri come siamo che la vita vada tutelata e non buttata via. Ben venga, quindi, il progetto "Un monumento per la vita" che produrrà sicuramente effetti benefici per la psicologia dell'automobilista. A latere di questo mi sento di esortare i nostri giovani -continua il presidente De Jaco- ad una maggiore prudenza. L'osservazione che, da addetti ai lavori, possiamo sicuramente fare è che, spesso, con le nostre imprudenze rendiamo vani anche gli ingenti investimenti in tecnologia e materiali che le case automobilistiche hanno effettuato finora, rendendo le automobili assai più sicure delle precedenti. Tuttavia, tutti gli addetti ai lavori, Enti locali compresi, dovrebbero impegnarsi ancora di più per rendere le infrastrutture più sicure".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monumento per vita contro le stragi: fiume di adesioni

LeccePrima è in caricamento