Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca

Morì travolta dal treno in stazione, tutti prosciolti

Anna Corallo, 69enne di Lizzanello, il 19 marzo dello scorso anno venne travolta sui binari della stazione di Lecce mentre scendeva da un treno in corsa. Gli indagati erano funzionari di Trenitalia

Incidente_ferroviario_021-4

LECCE - Tutti prosciolti gli indagati per morte di Anna Corallo, la 69enne di Lizzanello che il 19 marzo dello scorso anno venne travolta sui binari della stazione di Lecce mentre scendeva da un treno in corsa. L'ha deciso il gip Giovanni Gallo, davanti al quale erano finiti con l´accusa di omicidio colposo quattro funzionari di Trenitalia ed il direttore dell´Agenzia italiana per la sicurezza delle ferrovie (ente quest´ultimo incaricato di effettuare le ispezioni sulla rete ferroviaria per poi riferire al Ministero dei trasporti). Il proscioglimento era stato invocato dallo stesso pubblico ministero di udienza.

Quella mattina, la donna si recò alla stazione ferroviaria insieme al marito per accompagnare la nipote in partenza per Torino. Mentre l´uomo scese senza problemi, per Anna Corallo purtroppo non fu così. La porta si chiuse ma il cappotto rimase impigliato, il piede toccò la banchina, ma brancolò nello spazio vuoto, sotto il quale scorrono le rotaie.


Un istante, mentre il treno già prendeva vigore, e l´anziana venne risucchiata al di sotto, letteralmente travolta. Il pm titolare Paola Guglielmi iscrisse in un primo momento soltanto il capotreno, la cui posizione fu successivamente stralciata. I familiari della vittima sono assistiti dall´avvocato Francesca Conte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morì travolta dal treno in stazione, tutti prosciolti

LeccePrima è in caricamento