Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Morte di una 65enne, chiesta l'archiviazione per 16 medici del “Vito Fazzi”

Per i consulenti della Procura e del gip i professionisti agirono correttamente e in modo tempestivo nei riguardi della donna

LECCE - E' stata chiesta l'archiviazione per i sedici medici dell'ospedale “Vito Fazzi” di Lecce indagati per la morte della 65enne originaria di Ruffano Addolorata Frisco. L'atto porta la firma del pubblico ministero Francesca Miglietta e fa i conti con gli accertamenti svolti in questi mesi, sia dalla Procura che dallo stesso tribunale, che hanno escluso la responsabilità dei camici bianchi nel decesso della donna (affetta da diverse patologie) avvenuto il 14 novembre del 2011 nel centro specializzato “San Giovanni Battista” di Torino, dove si era trasferita in seguito al ricovero per un mese circa nel nosocomio leccese.

Qualche settimana fa, gli esperti incaricati dal gip (giudice per le indagini preliminari) Giovanni Gallo hanno confermato i risultati della consulenza svolta, per conto della Procura, dal dottore Roberto Vaglio, e in virtù della quale il pm già una volta aveva chiesto l'archiviazione.  “La strategia terapeutica adottata sia dai medici del nosocomio di Lecce sia dai medici del nosocomio di Torino fu corretta e tempestiva tant'è che vi fu un recupero seppur temporaneo dello stato di sepsi; successivamente vi fu un aggravamento del quadro di angiocolite con un'insorgenza di pancreatite che venne correttamente trattata per qualità, tempestività ed entità”, aveva stabilito il consulente del pm. I familiari della 65enne, però, si opposero, alla luce di una consulenza di parte che, giunta a risultati diversi, alimentò il sospetto di negligenze da parte dei medici, ottenendo così nuove indagini.

Adesso la palla ritorna al gip che valuterà se accogliere l'archiviazione.

Gli indagati sono assistiti, tra gli altri, dagli avvocati Vincenzo Del Prete, Luigi Covella ed Ester Nemola. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte di una 65enne, chiesta l'archiviazione per 16 medici del “Vito Fazzi”

LeccePrima è in caricamento