Cronaca Via Catone

Tragedia a Leverano: un televisore travolge un bimbo di appena due anni

Un incubo, questa mattina, per una famiglia del posto: un banale incidente domestico ha causato la morte del piccolo

I rilievi dei carabinieri sul posto (Foto di Antonio Quarta)

LEVERANO  - Un dramma senza precedenti quello toccato, questa mattina, a una famiglia di Leverano. Un banale incidente domestico si è trasformato in incubo e un bimbo di appena 26 mesi, Giorgio Quarta, ha perso la vita. E’ accaduto tra le mura dell’abitazione, in via Catone, dove il piccolo stava guardando i cartoni animati in tv.  Per cause ancora in fase di accertamento, il bambino è rimasto schiacciato proprio dall'apparecchio e non ce l’ha fatta. Avrebbe afferrato l'elettromestico, appoggiato su un carello, per poi tirarselo addosso.

Una delle questioni da capire è se mobiletto fosse traballante. Sopra vi era la tv, un vecchio modello 32 pollici, molto pesante. Ascoltati nelle ore successive dai carabinieri come persone offese, seguiti dal loro avvocato, Francesco Cazzato, i genitori hanno spiegato che quel mobile era nuovo, acquistato circa cinque mesi addietro.

Il video: i carabinieri raggiungono l'appartamento

Sarebbe stata la madre a trovare il bimbo privo di vita, mentre la donna, di 27 anni, si trovava provvisoriamente nella stanza accanto. Il marito, un operatore ecologico del posto, si trovava fuori per lavoro, l'altro figlio della coppia, Tomas, di 4 anni e mezzo, era invece all'asilo. Le lesioni che il bimbo ha riportato all'altezza del torace sono state fatali: inutili i soccorsi del 118. All'arrivo degli operatori sanitari, infatti, non hanno potuto ricorrere a nessuna manovra per salvarlo: il suo cuore aveva ormai cessato di battere. Sul posto, oltre agli operatori del 118, anche gli agenti di polizia locale, i carabinieri della stazione di Leverano e i colleghi della sezione Investigazioni scientifiche, guidati dal luogotenente Vito Angelelli.

La salma del piccolo Giorgio, come disposto dal magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce, Stefania Mininni, è stata trasportata presso la camera mortuaria dell'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce. Nel corso delle prossime ore, il medico legale Roberto Vaglio, su incarico della procura, eseguirà l'autopsia sul corpicino. L'esame si terrà la prossima settimana.

Al momento, l'esatta dinamica dell'accaduto è poco chiara. Sull'episodio stanno indagando i militari guidati dal maresciallo Gianluca Pagliara. Si cercherà di capire, con maggiore precisione, come si sia potuta verificare una simile tragedia. E stabilire, inoltre,  l'eventuale insorgere di alcune responsabilità o omissioni in un dramma che ha fatto immediatamente il giro del paese, di bocca in bocca, richiamando sul posto decine di cittadini e lo stesso sindaco. Nessuno si capacita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia a Leverano: un televisore travolge un bimbo di appena due anni

LeccePrima è in caricamento