Morto il padre dell'orgoglio vitivinicolo del Salento. Addio a Severino Garofano

Irpino di nascita e formazione, in Puglia dal 1957. Enologo per decenni e poi anche produttore, ha colto prima di tutti le potenzialità dei vitigni locali

Severino Garofano.

CARMIANO - All'età di 83 anni si è spento a Carmiano Severino Garofano, uno dei pionieri dell'orgoglio vitivinicolo salentino. Irpino di nascita a formazione, pugliese d'adozione, enologo e viticoltore, ha fondato nel 1995 ha fondato Azienda Monaci (che ora porta il suo nome) dopo essere stato per vari decenni direttore della cantina sociale di Copertino.

Se le uve del nostro territorio hanno smesso di essere ancelle delle grandi produzioni del Nord, acquisendo nel tempo una dignità autonoma e una progressiva fama, lo si deve a pochi, intraprendenti visionari e tra questi un posto di diritto spetta a Garofano che seppe intuire le potenzialità del territorio nel quale si è stabilito sin dal 1957 scrivendo i primi capitoli di una storia di competenza, di profonda umanità, di grande stile.

Caratteristiche, queste, che sono le stesse dei figli Stefano e Renata che già da qualche tempo guidano l'azienda di famiglia. Dal primogenito e dalla sua compagna, Jessica Niglio, ha avuto poco meno di due mesi addietro la gioia di diventare nonno, con la nascita di Clara. Pare che al destino non credesse, Severino Garofano, ma per lui che dal nonno, un altro Severino, aveva imparato l'amore per il vino, la nascita della nipote può aver rappresentato il compimento di una storia ricca di sacrificio e soddisfazioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vincitore del premio Veronelli nel 2007, interprete di una storia così autorevole da diventare già in vita una leggenda del settore vitivinicolo e dunque del Mezzogiorno laborioso, come enologo ha tenuto a battesimo vini fondamentali, come i rossi Graticciaia e il Patriglione e, da produttore, il rosato Girofle e i rossi Le Braci ed Eloquenzia. I funerali sono in programma domani, giovedì, presso la Chiesa Madre di Carmiano alle 17.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento