Cronaca

A pesca di cetrioli di mare nell’area marina. Multa per un sub a Torre Castiglione

Nell'ambito dei controlli della guardia costiera e dei carabinieri nell'area marina protetta sequestrati 60 chili di oloturie e l'attrezzatura da pesca

Le bombole del sub

PORTO CESAREO – Ancora pesca subacquea non autorizzata nei fondali dell’area marina protetta di Porto Cesareo e l’attività di controllo fa scattare l’ennesimo sequestro e anche una multa. Nelle maglie della rete dei militari della guardia costiera di Torre Cesarea e dei carabinieri della locale stazione è finito un pescatore subacqueo intento a sbarcare delle oloturie, meglio conosciute con il nome comune di “cetrioli di mare”, in spregio alla vigente normativa in materia di pesca sportiva.

L’attività di vigilanza e monitoraggio si è concentrata lungo il versante costiero di Torre Castiglione, ricadente all’interno della zona C della riserva parziale dell’area marina protetta di Porto Cesareo. I militari,  dopo aver sequestrato il prodotto ittico, circa sessanta chili, rigettato in mare in quanto ancora vivo e vitale, e tutta l’attrezzatura per la pesca sul fondale, hanno provveduto anche a multare  il sub con una sanzione amministrativa pari a mille euro.

Tale attività rientra nell’ambito della più vasta azione di vigilanza e controllo che la guardia costiera e le forze dell’ordine, portano avanti senza soluzione di continuità, a tutela del consumatore finale e dell’habitat marino e costiero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A pesca di cetrioli di mare nell’area marina. Multa per un sub a Torre Castiglione

LeccePrima è in caricamento