Venerdì, 23 Luglio 2021
Cronaca Leuca / Via Nizza

Raffica di multe a San Guido: tolleranza zero per le auto sul marciapiede

In via Nizza il risveglio, ieri, non è stato piacevole per molti residenti che si sono visti comminare una sanzione di 84 euro. Come in tutta la zona l'ampiezza della sede stradale non consente la sosta su entrambi i lati: "Solo così passano i mezzi di soccorso

Via Nizza.

LECCE – Alcuni residenti di Via Nizza, ieri, si sono svegliati con un’amara sorpresa. Sul parabrezza della propria auto, infatti, hanno trovato una multa da 84 euro per aver “parcheggiato sul marciapiede”. Il Codice, del resto, non ammette eccezioni anche perché gli interventi di manutenzione che si rendono necessari a furia di salire e scendere, e del peso dei veicoli, sono a carico della collettività. Questa, dunque è la premessa generale.

Poi però c’è la situazione specifica, messa in evidenza da due cittadini che hanno inoltrato la segnalazione su quanto avvenuto in quella stradina del rione di San Guido, nel quartiere Leuca: “Qui non si è in presenza di delinquenti disonesti e mascalzoni se si considera che in Via Nizza, così come in altre vie limitrofe ad essa, esiste da sempre la consuetudine di parcheggiare parzialmente sul marciapiede per consentire il transito a mezzi ingombranti non solo privati (corrieri, spedizionieri, furgoni) ma anche mezzi che svolgono servizi per la collettività (ambulanze, vigili del fuoco, raccolta rifiuti)”.

Ed in effetti, basta scorrere le cronache dei mesi e degli anni scorsi, per ritrovare petizioni dei residenti contro quella che veniva ed è tuttora definita una sorta di vessazione per fare cassa. I cittadini di quello spicchio di città motivano l’abitudine di parcheggiare in maniera non proprio ortodossa con gli spazi ridotti della sede stradale che è larga 6 metri. A questi si aggiungono, su entrambi i lati, marciapiedi da 2 metri. Ecco allora una proposta: ridurre di mezzo metro ciascun marciapiede in modo da portare a 7 metri l’ampiezza della strada. Ed è attraverso un confronto con l'amministrazione che gli abitanti della zona vorrebbero affrontare una volta per tutte una situazione nella quale sono oggettivamente responsabili di un'infrazione, ma per la quale sentono di avere delle attenuanti.

“Sicuramente le multe inflitte saranno pagate – fanno sapere i “malcapitati” di ieri -, così come si onora correttamente un impegno preso nei confronti della collettività, ma sarebbe stato opportuno, da parte dell’amministrazione comunale di Lecce, evitare di mostrare i muscoli e fare sfoggio del ruolo di chi fa valere con eccessivo rigore la propria autorità”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raffica di multe a San Guido: tolleranza zero per le auto sul marciapiede

LeccePrima è in caricamento