rotate-mobile
Cronaca

Inchiesta “multe, voti e favori”, tra gli indagati anche un funzionario dell’Agenzia delle Entrate

L’episodio che vede accusato il pubblico ufficiale di corruzione in concorso risale all’agosto del 2019. Fissati per domani gli interrogatori di garanzia

LECCE - C’è anche un funzionario dell’Agenzia delle Entrate tra i 46 indagati nell’inchiesta su multe annullate in cambio di voti e favori, nell’ambito della quale ieri sono state disposte due misure interdittive (qui i dettagli).

Si tratta di Francesco D’Elia che, secondo gli accertamenti svolti dalla guardia di finanza, nell’agosto del 2019, si sarebbe “speso” per apportare correzioni, non consentite, nella procedura  di registrazione dei contratti d’affitto a canone agevolato delle stanze di un immobile intestato alla figlia di Loredana Valletta, su sollecitazione di quest’ultima, evitandole un accertamento fiscale per 5.168 euro.

Così, la sovrintendente della municipale, per ricambiare il favore, si sarebbe spesa, per “sistemare” un verbale per alta velocità compilato dalla polizia provinciale, interpellando la collega, Luisa Fracasso addetta all’ufficio verbali, che a sua volta avrebbe chiesto l’intervento di Piervitale Frassanito, in servizio presso la polizia provinciale. Quest’ultimo in particolare avrebbe omesso di trasmettere l’atto all’Agenzia delle Entrate e per l’effetto di procedere all’iscrizione a ruolo, malgrado il mancato pagamento della sanzione pecuniaria. La ricompensa per lui  sarebbero stati biglietti per lo spettacolo di Enrico Brignano.

Insomma, stando all’accusa, ognuno avrebbe avuto il proprio tornaconto personale a eccezione di Fracasso, ma questo per la giudice Silvia Saracino (firmataria dell’ordinanza)  “non elide la sua responsabilità a titolo di concorso nel reato (di corruzione, ndr), essendosi attivata per dare un deciso contributo all’azione criminosa, consapevole dell’accordo”.

Sono attesi per domani mattina alle 10 gli interrogatori di garanzia delle due indagate, Valletta e Fracasso, sospese per dodici mesi dal pubblico ufficio e dal pubblico servizio.  A difenderle, ci penseranno gli avvocati Giuseppe Corleto e Amilcare Tana.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta “multe, voti e favori”, tra gli indagati anche un funzionario dell’Agenzia delle Entrate

LeccePrima è in caricamento