Coltivazione di marijuana in giardino e cocaina: una denuncia e un arresto

Entrambi gli interventi sono stati effettuati dai carabinieri. Il primo episodio a Gagliano del Capo, il secondo a Muro Leccese

LECCE – Una denuncia e un arresto dei carabinieri in provincia di Lecce. In entrambi i casi per stupefacenti. Il primo caso riguarda Gagliano del Capo, dove i carabinieri della stazione locale hanno contestato a M.A., 54enne del posto, la coltivazione illecita di sostanze stupefacenti. In casa dell’uomo, già noto alle forze dell’ordine, i militari ci sono arrivati dopo aver raccolto alcune informazioni in giro secondo le quali stava realizzando una piccola piantagione di marijuana nel giardino.

E’ scattata così una perquisizione, durante la quale i militari hanno effettivamente appurato che erano state interrate sedici piante di marijuana, alte circa 130 centimetri. Erano state piantate in mezzo ad altra vegetazione, tutte rasenti il muro del giardino. Su parere del magistrato di turno, il 54enne è stato denunciato  a piede libero.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella tarda serata di ieri, invece, a Muro Leccese, i carabinieri della sezione radiomobile di Maglie, hanno arrestato  J.A., un marocchino di 38 anni. Durante una perquisizione personale e domiciliare è stato trovato in possesso di un involucro contenente 5,43 grammi  di cocaina e otto dosi per altri 5,33 grammi della stessa sostanza. Sequestrati anche un bilancino elettronico di precisione, materiale per il confezionamento dosi e 730 euro, ritenuta provento di spaccio. Il 38enne è stato sottoposto ai domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento